MONDOVICINO

Gigi D’Agostino sale in consolle “Wake Up”, sabato sera si balla!

Con lui anche Roberto Molinaro. E alle 15 incontro con Federica Carta

Sarà la notte dei numeri uno. Al Mondovicino Outlet di Mondovì torna l’appuntamento con “Wake Up”, il festival nato per svegliare e far ballare la gente finché ce n’è, è pronto ad accendersi nuovamente domani sera dalle 22 quando sul palco dell’Arena di Mondovicino salirà nientemeno che Gigi D’Agostino. Sì, proprio lui, il mitico Gigi DAg tra i deejay che, dalla natia Torino, ha portato il suo stile e il suo caratteristico sound in tutto il mondo e che dagli anni Novanta continua ad essere al centro della musica più di tendenza. Per l’occasione, GigiDAg sarà accompagnato da un altro calibro da novanta della notte quel Roberto Molinaro che si sta facendo sempre più strada. La giornata inizierà fin dalle 15 con toni decisamente più soft e confidenziali. Il giornalista musicale nonché direttore di varie iniziative nell’astigiano Massimo Cotto intervisterà Federica Carta. La giovane cantautrice romana lanciata da “Amici 16” e reduce dal successo dell’album “Ti avrei voluto dire”, racconta un po’ di sé e del momento felice che sta attraversando. Un successo raggiunto a diciannove anni, con tutte le speranze e la spensieratezza della giovane età. Scende la notte e si scende nell’arena. Dalle 22 (16 euro) i riflettori puntati sul mitico Gigi D’Agostino, indiscusso padrone di casa. L’autore di remix entrati nella leggenda, a cominciare da “L’amour toujour”, senza dimenticare la rilettura in chiave dance del classico per eccellenza del progressive rock italiano ovvero “Impressioni di settembre” della Pfm, sta vivendo un’altra stagione davvero incredibile. Il capitano D’Agostino è pronto a far salire e prendere per mano sulla nave del divertimento chi ancora una volta lo vorrà seguire nel suo viaggio fatto di musica, divertimento e sperimentazione. GigiDAg dividerà palco e consolle con Roberto Molinaro. Dopo il successo delle serate firmate con lo pseudonimo di “Molinhero”, il dj nato a Moncalieri presenterà proprio in questa serata il suo nuovo format. Una passione quella per i piatti e lo skretch dei dischi che lo stesso Molinaro (classe 1972) porta avanti dall’età di sedici anni. Dunque, ora più che mai “Torino rules”, la città in riva al Po comanda anche in discoteca. Del resto l’impero torinese ha una consolidata tradizione che va dai Righeira agli Eiffel 65 di Gabri Ponte. Ultimo esponente di questo tridente delle meraviglie sarà Luca Noise, con la sua “psicodance”. Un tridente di grandi campioni che, tra le luci dei dancefloor, sfidano le imprese del trio Magica, ovvero Maradona- Giordano-Careca, nei campi di calcio tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta. Non resta che lasciarsi andare al ritmo della notte in cui tutto può succedere (www.wkup.it).

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single