giardini alimonda bookcrossing
Cultura
CIRCOSCRIZIONE 7

Giardini Alimonda tra sport e cultura: «Il bookcrossing allontana il degrado»

Arriva il progetto “Casa del sapere” firmato da Arqa, Acfil, volontari e ragazzi PinTor

Dalla pallavolo al badminton fino ai libri, dallo sport alla cultura. Si chiama “Casa del sapere” ed è un nuovo piccolo angolo di lettura inaugurato nelle scorse ore nel rinato giardinetto di via Alimonda, nel quartiere Aurora. Un progetto di bookcrossing realizzato dall’ex presidente dell’associazione Arqa, Vitto Taus, e da Athan Mirasol Cuballes di Acfil con la collaborazione di volontari e ragazzi PinTor. Un momento di festa per il quartiere.

COME FUNZIONA
Il suo funzionamento è elementare, la spiegazione sta in quelle poche parole impresse sulla cabina “Prendimi e leggimi”. Ci sono libri e riviste che chiunque può prendere in prestito per leggere e poi riportare comodamente in un secondo momento, proprio come si fa in una vera biblioteca. «E’ uno spazio creato da Arqa e Acfil per tutti i cittadini – racconta Giovanni Sepede, presidente dell’associazione per la riqualificazione di Aurora -. Ci teniamo che i bambini e i ragazzi che frequentano gli oratori e i nostri giardini abbiano un punto di ritrovo, un momento di svago. Che sia sportivo o di altra natura. La lettura è importante e vogliamo promuoverla».

BANDO PER I CAMPI
Cura, pulizia e manutenzione della piastra polifunzionale. Ma anche organizzazione di tornei per i ragazzi e montaggio e smontaggio delle reti per la pallavolo e il badminton. La Circoscrizione 7 preparerà presto una manifestazione d’interesse per valorizzare i campi sportivi dei giardini Alimonda. «Fino ad oggi – raccontano i coordinatori Silvio Sabatino, Nando D’Apice e Marta Sara Inì -, tutti i progetti sono stati portati avanti da Arqa a titolo gratuito. Con la presentazione del bando assisteremo a una vera e propria regolarizzazione del progetto».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo