ANIMA FESTIVAL

Gazzè: «Rimetto la musica al centro»

Stasera nella suggestiva scenografia di Cervere, il concerto del cantautore romano Max: «È un regalo reciproco tra me e il pubblico, per non rimanere inchiodati»

Max Gazzè

È in piena forma Max Gazzé, desideroso più che mai di tornare a suonare. Il cantautore romano cresciuto in Belgio è l’atteso ospite del concerto di stasera dalle 21,30 (biglietti a 35, 40 e 45 euro) all’Anfiteatro di Cervere (Cuneo) per il Festival dell’Anima. Due tirate di musica in cui l’autore di “Il timido ubriaco” e “Sotto casa”, ripercorrerà la propria storia nel mondo delle sette note, a partire dagli esordi nel 1994. Parlando di questa serie di concerti, iniziata lo scorso 3 luglio a Roma, lo stesso Max confessa: «È un regalo reciproco tra me e il pubblico, ripartendo da uno piuttosto che rimanere inchiodati nella casella dello zero».

Si torna alle sane, vecchie abitudini del musicista. Il Paul McCartney della musica italiana (come l’autore di “Yesterday ” an – che Max suona il basso) è tornato, ed è pronto a scendere nell’arena del paese in provincia di Cuneo. Certo, la scelta di suonare andando in qualche modo controcorrente rispetto a questa anomale estate 2020, ha comportato alcune rinunce, anche dolorose. Prima fra tutte la rinuncia ai grandi spazi e di conseguenza anche ai grandi compensi. Tutto per: «ridare speranza e dignità ai lavoratoti dello spettacolo, fermi da troppo tempo». conclude l’autore di “Vento d’estate”. In scaletta dovrebbero trovare spazio brani storici, degli esordi, a partire da “Cara Valentina”, e “La favola di Adamo ed Eva” ad altri più recenti come “I tuoi maledettissimi impegni”, “Sotto casa” e “La leggenda di Cristalda e Pizzomuno”, storia d’amore c tra un giovane pescatore e una bella fanciulla che affonda nel mito e nel mare delle coste pugliesi.

Questa dolce ballata è anche, almeno finora, l’ultima partecipazione dello stesso Max Gazzé al Festival di Sanremo nel 2018. «Sarà un concerto molto suonato – spiega ancora Gazzé – che avrà come protagonista assoluta la musica». Nessuna concessione alla scenografia, niente fronzoli o effetti spettacolari, perché al centro dello show di Max Gazzè ci dev’esse – re una cosa sola, la musica. Spazio alle emozioni allo stato puro (per info www.animafestival.it).

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single