Il sindaco Roberto Falcone
News
Verso il “trasloco”, a fine settembre, nella Reggia

G7 a Venaria, il sindaco dice sì ma rilancia: “Voglio anche un forum alternativo”

La proposta di Falcone: “Affianco al meeting anche un incontro sui temi del summit internazionale con uomini di scienza e coscienza”

Assieme al G7 anche un forum alternativo sui temi del summit internazionale. E’ l’ipotesi, le cui date sono ancora da individuare, a cui sta lavorando il sindaco M5s di Venaria, Roberto Falcone, nel caso la sua città venga prescelta per far svolgere dal 26 settembre al primo ottobre prossimi, i meeting del G7 su Industria, lavoro e scienza. “Siamo in attesa, sto aspettando le decisioni del governo, se ci saranno garanzie sulla sicurezza certo Venaria può essere la sede idonea”.

SI STUDIA IL TRASLOCO DEL G7 NELLA REGGIA
Falcone, è consapevole che se la scelta di far svolgere i lavori cadrà sulla sua città, è inutile mettersi di traverso a questo punto. “Sono in contatto con il prefetto di Torino e con il Viminale – aggiunge – la decisione è una questione di giorni”. Il sindaco di Venaria si è confrontato in questi giorni anche con la sindaca di Torino Chiara Appendino. Lei è d’accordo al trasloco del G7 nella Reggia? “Più che di preferenze – replica diplomaticamente Falcone – è meglio parlare di idoneità dei luoghi. E Venaria certamente lo è”.

FALCONE PENSA AD UN’INIZIATIVA ALTERNATIVA
Ma all’iniziativa istituzionale (“che comunque non blinderà la città “, si dice convinto) Falcone ha intenzione di affiancarne un’altra più “movimentista”. Un’idea per ora, che rischia però di creare qualche preoccupazione. Falcone infatti non nasconde le sue perplessità sulla utilità di questi summit: “si spendono milioni per organizzarli, ma quali sono le ricadute sul territorio? A Taormina (per il G7 dei capi di Stato, di maggio,ndr), dopo aver speso 37 milioni di euro tutto è tornato come prima. Se si tratta soltanto di un evento mediatico, la sua utilità è per lo meno dubbia. E oggi ci sono soluzioni tecniche che consentono gli stessi risultati di questi incontri abbattendo i costi di sicurezza”. “Io vorrei – dice il sindaco Falcone – che le persone di scienza e di coscienza venissero a Venaria a trattare i temi del G7, dal lavoro, all’industria, e perché no, discutere anche di questo, vale a dire della produttività dei grandi summit internazionali”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo