Dal corteo anti G7 sono stati lanciati petardi a cui gli agenti hanno risposto lanciando lacrimogeni
News
Protesta violenta

G7, guerriglia in piazza a Venaria: petardi contro le forze dell’ordine. La polizia carica e disperde i manifestanti [FOTO E VIDEO]

Dopo gli scontri, i “contestatori” hanno piazzato una finta ghigliottina per “giustiziare” i fantocci di Renzi e Poletti. In tre sono stati bloccati dalla Digos. Fermato un ragazzo

Hanno tentato di forzare il cordone delle forze dell’ordine poste a protezione della Reggia di Venaria, dove si sta concludendo il G7 del Lavoro, e sono stati respinti, i manifestanti dell’assemblea Reset G7 arrivati in piazza Vittorio Veneto. Tutte le strade che portano alla residenza sabauda sono state bloccate dalle forze dell’ordine per impedire ai manifestanti di avvicinarsi. La zona è presidiata anche da un elicottero, che sorveglia la situazione dall’alto.

LANCIATI PETARDI CONTRO LE FORZE DELL’ORDINE
Decine di grossi petardi sono stati esplosi dai contestatori. Alcuni sono stati lanciati, come già accaduto la scorsa notte a Torino, contro le forze dell’ordine, ad altezza uomo. Sulla piazza, a circa un chilometro dalla Reggia, si è levata una spessa nube di fumo. La polizia ha risposto ai lanci con una carica di alleggerimento e poi con alcuni lacrimogeni che hanno disperso i manifestanti.

GHIGLIOTTINA “DECAPITA” RENZI E POLETTI
Subito dopo gli scontri, i manifestanti anti G7 hanno piazzato una finta ghigliottina nel centro della piazza per “giustiziare” i fantocci del segretario Pd Matteo Renzi e del ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Analoga protesta era già stata inscenata nei giorni precedenti il summit internazionale che si sta concludendo alla Reggia.

BLOCCATI TRE MANIFESTANTI. FERMATO UN RAGAZZO DI PISA
Tre persone, tra cui uno dei dimostranti che ha spostato davanti alla polizia la ghigliottina con la quale sono stati simbolicamente giustiziati i fantocci di Renzi e di Poletti, sono state bloccate e identificate dalla Digos. Uno, un ragazzo di Pisa, sarebbe stato fermato. Il corteo, che conta circa 5 mila persone, è comunque arretrato. In un primo momento si era temuto che i manifestanti potessero tornare alla carica. Poi però la situazione è tornata alla “normalità”. Il corteo si è sciolto e a Venaria è tornata la calma. Secondo quanto si apprende, un manifestante sarebbe rimasto ferito.

(Foto di Giulio Lapone, video da ResetG7 Facebook)

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo