suk
News
VIA CARCANO

Il futuro del suk è un mistero. Tutto bloccato altri 15 giorni

Intanto su Change.Org spunta una raccolta firme per salvare il mercato

Ancora un rinvio sul futuro del mercato del libero scambio di via Carcano. Il tavolo di lavoro convocato ieri mattina in prefettura – alla presenza dei rappresentanti di Regione Piemonte e Città di Torino – non ha sciolto tutti i dubbi che da giorni agitano le principali istituzioni. Il tema, del resto, è chiaramente scottante. Ognuna delle parti chiamate in causa ha riportato la propria posizione al Prefetto. A seguito della discussione, si è convenuto di procedere ad ulteriori approfondimenti tecnici, esplorando anche eventuali ipotesi di soluzioni alternative, e si è stabilito di riconvocare un nuovo tavolo dopo gli approfondimenti entro 15 giorni. Il Comune di Torino, nel frattempo, resta convinto che il libero scambio debba rimanere aperto alla cittadinanza e ai venditori e che sia necessaria una nuova quadra, anche alla luce di quelle che sono state le ultime polemiche.

Non tutti, però, sono d’accordo. «Ad agosto 2019 il Consiglio regionale ha votato un Odg che avrebbe dovuto cancellare la deroga salva-suk della giunta Chiamparino – spiega Patrizia Alessi, capogruppo di Fdi in Circoscrizione 7 -.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo