Furto
Cronaca
Su disposizione della procura

Furto aggravato e truffa informatica: mago del web condannato a più di quattro anni di carcere

Pena inasprita per un 28enne residente in via Ormea, abilissimo nei raggiri telematici

Era già sottoposto da tempo al regime della sorveglianza speciale, con obbligo di permanenza notturna presso il domicilio; lo scorso mercoledì il giovane, un 28enne particolarmente  abile nell’utilizzo dei sistemi telematici, è stato colpito da un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il  Tribunale Ordinario di Torino che lo condanna a quattro anni,  quattro mesi e venti giorni di reclusione per un cumulo di pene.

I reati contestatigli vanno dal furto aggravato alla truffa, principalmente informatica; in particolare, tramite l’accesso abusivo a sistemi informatici e alla sostituzione di persona on line era riuscito a incassare in diverse occasioni un ingiusto profitto. Il giovane, domiciliato in via Ormea, è stato rintracciato poche ore dopo l’emissione del provvedimento dai poliziotti del Commissariato Barriera Nizza in forza presso l’ufficio che si occupa delle misure di prevenzione, di sicurezza e cautelari. È stato tratto in arresto in esecuzione dell’ordine di carcerazione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo