CamperNomadi
News
CORSO COSENZA La manifestazione si terrà giovedì 12 luglio: «Basta accampamenti»

Furti, rifiuti e giardinetti a pezzi. E scatta il presidio anti camper

Il quartiere si mobilita contro il degrado e l’occupazione sistematica degli spazi pubblici

Da mesi sopportano, in silenzio, quel via vai di camper sotto le loro case. Parcheggiati su corso Cosenza, con tanto di furgoni al seguito. Ma a Santa Rita la pazienza sta davvero per finire. In tanti hanno provato a raccogliere le firme, altri si sono rivolti prima alla circoscrizione Due e poi al Comune di Torino. Segnalando un aumento dei rifiuti nelle aree verdi, giardinetti trasformati in casa per bambini zingari e una serie di furti (tra cui il raid contro le pulsantiere che ha coinvolto sia corso Orbassano che via Gorizia).

A questo si aggiungono i ragazzi che mendicano qualche euro ai passanti e quelli che si divertono a entrare nei bidoni dell’immondizia in cerca di qualche prezioso. «Non possiamo più vivere in queste condizioni – raccontano i cittadini -. Dopo lo sgombero del campo di corso Tazzoli ci siamo trovati le strade invase dai camper». Un problema finito anche sotto l’attenzione di Casapound che ha deciso di partecipare alla manifestazione in programma il prossimo 12 luglio, alle 21, con ritrovo in corso Cosenza angolo via Gorizia.

«Dopo le decine di chiamate da parte dei residenti – spiega il responsabile, Matteo Rossino – abbiamo deciso di scendere in strada con loro per fare quello che l’amministrazione comunale non fa: tutelare i torinesi e rilanciare le periferie. Da un po’ di tempo a questa parte al giardino Ferruccio Novo regna sporcizia e degrado, ma se questi nomadi pensano di fare cosa vogliono, si sbagliano di grosso». Solo una settimana fa è toccato al quartiere Mirafiori Sud scendere in strada per dire no al degrado e agli accampamenti nomadi sparsi a macchia di leopardo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo