Topi d'auto
Cronaca
Il caso

Furti in auto, 32enne bloccato in corso Vittorio Emanuele

Danni in otto vetture parcheggiate nei paraggi: gli agenti lo hanno sorpreso mentre usciva da una macchina

Un uomo di 32 anni è stato arrestato a Torino perché gravemente indiziato del reato di furto continuato aggravato. Attorno alle 4 del mattino di lunedì scorso, al 112 NUE è giunta segnalazione di un probabile furto in strada in corso Vittorio Emanuele, angolo via Revello. Un residente in zona era stato, infatti, svegliato dall’attivarsi di alcuni antifurti di autovetture parcheggiate in strada, componendo quindi il Numero Unico di Emergenza.

Giunta celermente sul posto, una pattuglia dell’UPGSP ha sorpreso un uomo nell’atto di uscire da una macchina che aveva con sé uno zainetto da donna sulle spalle contenente 20 euro, occhiali da vista e altri effetti personali della proprietaria dell’auto. Inoltre l’uomo, cittadino italiano, alla vista della pattuglia di polizia ha lasciato cadere per terra un cacciavite a taglio, debitamente recuperato dagli operatori e sottoposto a sequestro. Da un accurato controllo effettuato sulla via, i poliziotti hanno potuto constatare che ben otto autovetture presentavano i nottolini forzati ed erano state rovistate al loro interno. Da alcune era stato asportato del denaro, in una danneggiato l’autoradio.

Alla luce dei fatti il 32enne, già colpito da Foglio di Via obbligatorio e divieto di ritorno nel comune di Torino per tre anni a decorrere dal mese di aprile 2020, è stato arrestato per furto aggravato continuato e denunciato per possesso ingiustificato di strumenti atti ad aprire o forzare serrature nonchè per la mancata osservanza della misura di prevenzione personale.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo