Foto Depositphotos
Buonanotte

Una fuoriserie targata Rom

Giorni fa, guardando la televisione, mi è capitato di riflettere su uno spot che va in onda spesso in questi giorni. C’è un bambino di una decina d’anni che sorprende Babbo Natale mentre posa i doni sotto l’albero, e gli scatta una foto. Babbo Natale, che non è mai stato fotografato, lo supplica di cancellarla, ma il piccoletto, in cambio, gli chiede la sua slitta, che si rivela essere una fuoriserie ultimo modello. Il gagno sorride con aria furba, mentre il povero vecchio si rassegna e paga. Ecco quello che mi ha stupito. Lo spot è la storia di un ricatto bell’e buono, per giunta perpetrato da un furbastro ai danni di un vecchio. Come i tanti anziani truffati da quella banda di rom che telefonava loro “guardi che suo nipote è qui davanti a noi, l’abbiamo trovato positivo al palloncino e dobbiamo ritirargli la patente. Sono il maresciallo Taldeitali, ho un figlio anch’io, so cosa vuol dire rovinarsi per una cosa che poi rimane sulla fedina penale… se suo nipote avesse avuto con sé almeno trecento euro avremmo chiuso un occhio, ma non li ha, ci ha pregato di telefonare a voi e chiederveli, se volete aiutarlo le mando un collega in borghese a casa fra mezz’ora, li date a lui…”. Non avete idea di quanti nonni sono caduti nella trappola: ecco perché mi fa effetto vedere un vecchio imbrogliato o derubato, anche solo in uno spot. Senza contare il meccanismo dell’estorsione: una foto indebita, e poi il ricatto: “Se non paghi la mostro a tutti”. Non è lo stesso delle foto porno rubate per gioco alle ragazze e poi usate contro di loro? Non capisco. Mandiamo Fabrizio Corona in galera per anni a causa di ricatti come questo, e poi sdoganiamo certi spot? Attenti.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO
banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo