Fonte: Depositphotos
Buonanotte

Fuochi nel fuoco

Sono contento che il sindaco di Sidney abbia confermato i suoi fuochi di capodanno. Sono famosi in tutto il mondo, e per vederli arriva gente da ogni luogo, generando un fatturato turistico eccezionale. Ma gli ecotalebani, i pappagalli del clima impazzito, volevano che li annullasse: ma come, l’Australia è in fiamme e tu pensi ai mortaretti? Lui ha risposto sì. Il clima, per lui, non è affatto impazzito (l’Australia è fra i paesi che non hanno firmato alcun impegno al recente vertice climatico di Madrid), ma solo moderatamente (e reversibilmente) modificato da una delle tante fasi di riscaldamento globale vissute dal pianeta nei suoi 4,5 miliardi di anni di vita. Punto. E il maxishow pirotecnico è andato in scena. Qui, invece, si proibiscono i botti per non spaventare cani, gatti e cavalli, come se le precedenti generazioni di quei quadrupedi fossero state decimate da simile barbaro modo di festeggiare. Come faranno i sindaci a zittire i tuoni? Io ho avuto tanti cani, alcuni dei quali li pativano, ma non per quello li ho mai fatti entrare in casa (come avrebbero voluto) durante i temporali. Se ne facevano una ragione, come tutti i cani nei secoli dei secoli, e dopo la tempesta erano piĂą allegri e pimpanti di prima. Invece adesso siamo ricchi, e compriamo ai nostri cani e gatti paltò , cappellini, scarpine, e cibi costosissimi. Le esagerazioni animaliste sono cugine di quelle ambientali. Basterebbe tener presente il principio generale sotteso al problema (nel caso dell’animalismo cercare di evitare alle bestie sofferenze inutili, nel caso dell’ambiente cercare di inquinarlo il meno possibile) senza isterie e fanatismi. Buon ventiventi.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Buonanotte
banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo