fruttivendolo via baltimorea
News
VIA BALTIMORA

Il fruttivendolo saluta dopo 42 anni: «Ora torno a fare gite in montagna»

Festa al mercato di Santa Rita per Antonino Meliadò: «Finalmente vado in pensione»

Quarantadue anni trascorsi sempre nello stesso posto, nello stesso mercato. E oggi Antonino Meliadò, per tutti Nino, fruttivendolo di via Baltimora, saluta tutti va in pensione. Se l’è meritato, a 72 anni, dopo che per una vita intera la sua sveglia ha suonato alle 2.45. E non importa che fuori piovesse o ci fosse il sole. Nino, che ha lasciato la sua Reggio Calabria giovanissimo nel 1963 per trasferirsi a Torino, il suo lavoro l’ha sempre fatto con passione. Un mestiere, quello dell’ambulante, ereditato dal padre Fiore, che già aveva il banco di frutta in via Baltimora ed era solito, ogni tanto, regalare le noccioline ai bambini. «Bambini che oggi sono un po’ invecchiati», scherza Nino.

Dopo qualche anno come carrozziere, il giovane Nino ha preso il posto del padre nel 1980, ma di fatto al banco ci lavorava già dal ’78. Tempi molto diversi da quelli di oggi.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo