Vignal
Cronaca
ROMANO CANAVESE

Frontale sulla statale: ex assessore e la figlia muoiono sul colpo

Molti incidenti in quel tratto di strada

Hanno vissuto insieme per più di 40 anni e insieme sono morti. Una 45enne e suo padre hanno perso la vita domenica sera a Romano Canavese, in un terribile incidente stradale. Le vittime si chiamano Carlo Innocente Vignal, 77 anni, e Manuela Vignal, 45 anni, entrambe residenti a Romano Canavese. Carlo, ingegnere e inventore in pensione, e la figlia, disoccupata, viaggiavano a bordo di una Fiat Strada in direzione di Ivrea. Erano appena trascorse le 20.30 di domenica sera, si trovavano sulla statale 26 all’altezza del bivio per la frazione Cascine di Romano in corrispondenza del ponte sul torrente Chiusella.

È stato allora che si sono trovati improvvisamente di fronte, sulla propria corsia di marcia una Fiat Bravo. Secondo una prima, parziale, ricostruzione dei fatti da parte dei carabinieri, sembra che la Bravo stesse effettuando un sorpasso. Per Carlo Vignal è stato impossibile evitare il tremendo impatto con l’altra auto. Lo scontro è stato così devastante che della Fiat Strada è rimasto solo un ammasso di lamiere. Immediata la richiesta di soccorsi ma purtroppo all’arrivo dei sanitari del 118 per padre e figlia non c’era più nulla da fare, se non constatarne il decesso.

Carlo Vignal, originario di Pont Saint Martin, era stato in passato anche assessore a Romano Canavese. Il conducente della Bravo, E.C. 50 anni residente a Torino, che avrebbe effettuato il sorpasso azzardato, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale in prognosi riservata e in pericolo di vita. Le salme dei due canavesani sono state ricomposte e portate all’istituto di medicina legale di Strambino. Sul posto le squadre dei vigili del fuoco di Ivrea e Rivarolo Canavese, insieme ai carabinieri della compagnia di Ivrea che hanno coordinato i soccorsi. La statale è rimasta chiusa fino a mezzanotte.

L’incrocio dove è avvenuto il terribile sinistro è da anni teatro di incidenti, tanto che più volte si era avanzata l’ipotesi di realizzare una rotatoria o un semaforo. In quel tratto, infatti, la statale si allarga per l’immissione della strada provinciale proveniente da Cascine di Romano con le corsie di svolta. L’ultimo incidente mortale in questo tratto di statale si era registrato non più tardi di sette mesi fa: allora a perdere la vita in uno scontro tra due auto, era stato un uomo di 57 anni residente a Montalto Dora.

«In passato diverse volte ho segnalato la pericolosità dell’incrocio chiedendo una rotonda – accusa Oscar Ferrero, sindaco di Romano Canavese – purtroppo essendo la competenza di Città metropolitana e Anas non ho trovato mai riscontro. Ho sperato in un intervento in occasione dei contributi sulla ristrutturazione dei ponti a seguito del dramma del Ponte Morandi, ma anche allora nulla. Ora, in previsione della realizzazione di Italvolt, e di un generale riassetto della gestione del traffico nella zona, spero che gli enti preposti intervengano così da evitare altre tragedie in futuro».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo