Profughi migranti
News
Decine di Comuni protestano contro la ripartizione

FRENATA SUI PROFUGHI. Il prefetto rassicura: «Solo 800 in arrivo»

Tavolo d’urgenza con i vertici dell’Anci Piemonte. «Sono 4.200 i migranti già presenti sul territorio»

Frenata sui migranti. La parola chiave sarà «concertazione», con l’obiettivo di «una sostenibile distribuzione dell’accoglienza» per quel flusso di profughi e richiedenti asilo che, nel solo mese di gennaio, ha fatto aumentare del 20% gli sbarchi e gli arrivi sulla rotta del Mediterraneo. Da qui nasce anche «l’ipotesi cautelare» per cui la Prefettura ha emanato un nuovo bando per l’accoglienza di 5.966 migranti in 197 Comuni della provincia di Torino.

TAVOLO D’URGENZA. Una gara che ha messo in allarme numerose amministrazioni e per cui la Prefettura ha incontrato d’urgenza l’Anci Piemonte, confortando il presidente Alberto Avetta e la vicepresidente Elide Tisi sull’effettivo numero di arrivi previsti. «Come negli scorsi anni si tratta della prosecuzione dell’accoglienza già oggi fornita dai centri che ospitano circa 4.200 richiedenti asilo con un’ipotesi cautelare in caso di eventuali nuovi flussi aggiuntivi nel corso del 2017 di circa 800 posti» ha assicurato ad Avetta e Tisi, Renato Saccone. Sulle barricate, negli scorsi giorni, erano salite diverse amministrazioni, a partire da quella di Virle, a cui hanno fatto eco le preoccupazioni di altri sindaci, non contrari all’accoglienza dei profughi ma poco convinti delle possibilità di gestire il fenomeno. Collegno, Grugliasco, Caselle o Druento, fino ad arrivare a quelli che non avevano partecipato alle precedenti gare, come Orbassano.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo