mastri città cartello
News
CANAVESE

Frazioni circondate e isolate: a Mastri Natale chiusi in casa

Alcuni borghi sono divisi da territori e confini di comuni diversi dal proprio

“Natale in frazione” potrebbe essere il titolo dell’ultimo cine-panettone dell’inossidabile coppia comica Boldi e De Sica, invece è la singolare realtà alla quale andranno incontro i residenti di alcune “particolari” frazioni di comuni canavesani in virtù delle regole del nuovo DpcmIn base al decreto emesso il 3 dicembre, infatti, non si potranno lasciare i confini comunali, il premier Giuseppe Conte, però, non ha fatto i conti con San Francesco Benne di Oglianico, San Giovanni di Castellamonte e Mastri di Bosconero, Rivarolo e Feletto.

La prima frazione è San Francesco Benne, un gruppo di case che ospita circa 150 residenti nel comune di Oglianico in Alto Canavese. Qui, secondo i regolamenti, durante le feste non si potrà che restare nella propria frazione perché tutte le strade che dalla borgata periferica portano al centro del paese transitano attraverso altri comuni. Infatti la frazione è circondata da Favria, Rivarolo Canavese, Front e Rivarossa a circa sei chilometri dal proprio municipio. Isolati, ma non soli, perché c’è anche una chiesetta e ci si vedrà tutti lì per la messa di Natale.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo