fotovoltaico barricalla
Cronaca
COLLEGNO

Fotovoltaico nella discarica: energia per 3mila persone

Installati 1920 nuovi pannelli nell’impianto per rifiuti speciali di Barricalla

Aumentano i pannelli fotovoltaici presenti all’interno di Barricalla, l’impianto di smaltimento rifiuti speciali e pericolosi di via Brasile 1 a Collegno.

Da ieri mattina sono entrati in funzione i nuovi 1.920 moduli fotovoltaici nella parte di stabilimento che si affaccia verso corso Regina e l’imbocco della tangenziale di Torino, a distanza di poche decine di metri dagli altri 2.925.

E se fino a oggi venivano prodotti 1 MegaWatt di energia, ora se ne aggiungeranno altri 663 KiloWatt: «Produrremo energia pulita pari al fabbisogno di 3mila persone, ovvero quasi 600 famiglie, in 12 mesi», spiegano Mauro Anetrini e Alessandro Battaglino, rispettivamente presidente di Barricalla e presidente del Comitato esecutivo della società collegnese. Con quella che è stata definita una “scelta virtuosa”, Barricalla trasforma i lotti in cui sono custoditi in modo sicuro e presidiato i rifiuti, in spazi destinati alla produzione di energia pulita destinata al territorio. «I rifiuti speciali infatti rappresentano l’ultimo anello della catena dell’economia circolare, non potendo più divenire materie prime-seconde ed essere reimmessi nel ciclo produttivo. Con l’installazione del campo fotovoltaico, vengono “circolarizzati” trasformandoli da rifiuti “passivi” a basi per la produzione di una sorgente di energia pulita» precisa ancora Anetrini che definisce questo raddoppio dell’impianto «un nuovo mattone nella costruzione di un modo diverso di fare impresa, che mette al centro il territorio in cui si colloca. Noi oggi non inauguriamo solo un nuovo impianto fotovoltaico ma facciamo un altro passo per la costruzione del futuro, mettendo a disposizione degli abitanti della zona nord ovest di Torino un’importante fonte di energia pulita».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo