maltempo
Cronaca
Rivarolo

Forte vento, grandine e pioggia: tre paesi ora sono in ginocchio

Colpite anche Favria e Oglianico: danni e tutto il raccolto compromesso

Dopo una giornata in cui a Torino (fonte Arpa Piemonte) si sono raggiunti i 36,7 gradi e in cui anche in montagna è arrivato il caldo asfissiante (a Bardonecchia per esempio punte di 31 gradi, anche se ventilati), domenica sera si è verificato l’ennesimo temporale estivo, con una nuova ondata di danni in CanaveseNella tarda serata, infatti, un violento nubifragio con grandine ha interessato diversi Comuni della zona. I vigili del fuoco sono intervenuti a Rivarolo Canavese, in via Guido Gozzano 23, per un tetto in lamiera di circa 200 metri quadri che si è staccato da una palazzina di tre piani.

Per fortuna nessuno è rimasto coinvolto. Poco prima i vigili del fuoco erano dovuti intervenire anch in corso Vittorio Emanuele ad Oglianico per alberi caduti su auto e sul tetto di una casa. Anche in questo caso, per fortuna, non sono rimaste coinvolte persone. Danni e allagamenti anche a Favria con diversi alberi abbattuti dal vento: una pianta ha ostruito la Favriasca in direzione Front. «Un grazie a Loris e Cataldo della Protezione Civile di Favria per i numerosi interventi sul territorio di competenza comunale e ai vigili del fuoco di Bosconero per l’intervento sulla provinciale», ha scritto sui social il sindaco Vittorio Bellone pubblicando le foto dei danni provocati dal maltempo.

Ma al di là di tutto, la grandine, caduta in abbondanza, avrebbe distrutto numerose coltivazioni, non solo di mais, ma potrebbe aver compromesso la prossima vendemmia. Molti vigneti della zona interessata dal nubifragio, infatti, sarebbero stati falcidiati dalla grandine. Viti a terra, spogliate dai grappoli di uva già germogliati, specie nella parte più a Nord dei tre comuni dove si è abbattuta la tempesta. Intant le amministrazioni comunali hanno cominciato la cointa dei danni, che sono chiaramente ingenti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo