L'aula del Consiglio comunale di Torino
News

Follia omicida al Suk, Appendino: “Sindaco non ha leve per risolvere problema da solo”. Ma il centrodestra incalza: “Barattolo va chiuso”

L’intervento della prima cittadina: “Tema legato a sicurezza, povertà e immigrazione”. Fdi in piazza: “Stop al mercato”, la Lega propone un referendum per l’abolizione del libero scambio

“Quello del ‘mercato del libero scambio‘ è un tema che “non può essere affrontato dimenticando che è legato a tre questioni: sicurezza, povertà e immigrazione. Ed è impensabile che un sindaco da solo possa risolvere il problema”. A dirlo la sindaca Chiara Appendino intervenuta in Consiglio comunale sul caso del Suk Barattolo” dove ieri mattina, in via Carcano, un uomo è stato ucciso durante una lite.

APPENDINO: “E’ UN PROBLEMA EUROPEO”
Dopo aver espresso la vicinanza alla famiglia della vittima e “il plauso alla polizia municipale per il lavoro eccellente”, Appendino ha sottolineato che “per fare davvero un servizio alla città bisogna distinguere la questione della gestione, su cui sono già iniziati accertamenti, e quella dei temi legati al mercato del libero scambio, che è un problema europeo”.

“CHIEDERE CHIUSURA BARATTOLO E’ SOLO STRUMENTALE”
“Noi – ha detto la sindaca – ci assumiamo la responsabilità di trovare una soluzione e ci siamo provando ma ad oggi, e molte città italiane ed europee lo hanno dimostrato, un modello vincente non esiste”. Appendino si è quindi detta “disponibile al confronto su proposte migliorative e concrete che mettano da parte le ideologie perché – ha concluso – chiedere la chiusura di ‘Barattolo’ senza proporre un modello alternativo vincente è solo strumentale“.

BOCCIATA PROPOSTA DI REFERENDUM ANTI-SUK DELLA LEGA
“L’area del mercato di libero scambio di via Carcano? Una bomba a orologeria che è scoppiata. Non era questione di se: era questione di quando. Ho visto personalmente in questi mesi almeno cinque risse. Tutte le settimane si vendono e si scambiano oggetti vietati dal regolamento” è stata invece la tesi del capogruppo dei Moderati in consiglio comunale Silvio Magliano a sua volta intervenuto in Sala Rossa nella seduta dedicata in parte all’interpellanza sulla tragedia e in parte alla richiesta, da parte del capogruppo della Lega Nord Fabrizio Ricca, di indire un referendum tra i cittadini per l’abolizione del cosiddetto suk (richiesta poi bocciata con 24 voti contrari e sei favorevoli).

FDI VUOLE LA PIAZZA: “STOP AL LIBERO SCAMBIO”
“Scenderemo in piazza per dare voce all’indignazione popolare contro il suk del degrado e del sangue” ha rincarato la dose Fratelli d’Italia, annunciando, per domenica prossima, una manifestazione presidio, in via Carcano. “Se giunta Appendino e Prefettura pensano di far dimenticare la tragedia semplicemente sospendendo il suk un paio di settimane, per poi riammetterlo dopo il calo dell’attenzione mediatica, con gli stessi balordi assassini di prima liberi di delinquere senza controllo, allora sappiano che Torino non si farà prendere in giro ancora una volta” hanno precisato gli esponenti del partito di Giorgia Meloni.

INVOCATE LE DIMISSIONI DELLA SINDACA
“L’omicidio di ieri – hanno ribadito Maurizio Marrone, Augusta Montaruli e Patrizia Alessi – è conseguenza del lassismo dell’amministrazione grillina che ospita il mercato del degrado con il patrocinio del Comune di Torino, riservato ad abusivi pericolosi dipinti da bisognosi senza un vero controllo della polizia municipale. Tutto ciò in perfetta continuità con il Pd, che ha sanato per primo il suk con Fassino, e quindi farebbe bene a tacere. Pretendiamo l’annullamento del suk, ma esigiamo anche le dimissioni immediate del sindaco Appendino, che aveva l’obbligo giuridico di impedire simili fatti”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo