RoccoFlorio
News
Emersi altri 20 casi

Firme false alle regionali del 2014, 8 mesi a Rocco Florio

L’esponente Pd sanzionato anche con la sospensione del diritto elettorale

Otto mesi di carcere con la condizionale e la sospensione, per lo stesso periodo, del diritto elettorale: lo ha deciso il Tribunale di Torino nei confronti di Rocco Florio, esponente del Pd processato per irregolarità elettorali in occasione delle consultazioni regionali del 2014.

L’accusa era riferita alle irregolarità nelle autentiche di due moduli per la raccolta delle firme di una lista a sostegno della candidatura di Sergio Chiamparino e con la sentenza ne è stata dichiarata la falsità.  Altri indagati avevano patteggiato alla fine delle indagini preliminari.

Nel corso della causa sono emerse ulteriori irregolarità. Almeno un’altra ventina di firme sarebbero state infatti falsificate, con la smentita delle dichiarazioni degli stesso sottoscrittori che avevano assicurato di aver firmato. I nuovi sviluppi emersi nel corso del dibattimento non dovrebbero in ogni caso portare alla decadenza dei consiglieri regionali del Pd.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo