belotti lukic toro derby gn
Sport
TORO, SPUNTA PETAGNA

Fiorentina o Monaco, Gallo Belotti al bivio. E Bremer: «Vado via»

Belotti è a un bivio. Da una parte la Fiorentina, dall’altra il Monaco, queste le ipotesi sul piatto del Gallo. Il Toro non è più nella testa dell’attaccante già da qualche settimana, la sua carriera proseguirà altrove. Lui vorrebbe dare priorità all’Italia, la proposta viola lo allettava non poco: il problema è che le questioni legate a Vincenzo Italiano, con il tecnico a rischio strappo con la società, ha di fatto bloccato l’operazione e i tempi non sembrano così corti. Dal Principato hanno messo la freccia, ora il Monaco è in vantaggio nella corsa a Belotti. Le ultime riflessioni del Gallo arriveranno da Formentera, dove si è trasferito per qualche giorno di vacanza insieme a tutta la famiglia. E il Toro continua a guardarsi intorno: dopo la pista Piatek, il dt Vagnati batte anche la strada verso Petagna. Anche la punta del Napoli era stata sondata negli scorsi anni, adesso i granata lo hanno inserito nei possibili profili per il dopo-Belotti. Senza dimenticare nemmeno Dovbyk, l’ucraino del 1997 sempre in orbita del club di via Arcivescovado. Dall’altra parte del mondo, invece, Bremer è uscito allo scoperto e ha confessato la sua voglia di cambiare aria «Sto valutando diverse proposte, credo che lascerò il Torino: voglio giocare in Champions e con la Nazionale» ha dichiarato il difensore granata, il quale in prima persona ha ammesso di fatto il suo addio. «E se non arrivasse la chiamata della Seleçao, accetterei un’eventuale opportunità con l’Italia» ha anche aggiunto. «Già l’anno scorso volevo andare via, lo avevo detto al tecnico e alla società – ha raccontato ai microfoni di Resenha Espn – ma il mister mi disse di restare un’altra stagione per aiutare la squadra: i tifosi già lo sanno, ho grandi ambizioni e voglio raggiungere un livello molto più alto». Sul classe 1997 resta l’interessamento dell’Inter, oltre a diverse big europee: il presidente Cairo punta ad incassare almeno 35 milioni dalla cessione del suo gioiello. Ed è proprio con quel tesoretto che partirà il calciomercato in entrata, con il tecnico Juric che continua ad aspettare rinforzi. Dieci, per la precisione, come rivelò prima di partire per vacanze. Dopo quasi un mese, però, ancora non sono stati centrati colpi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo