Il tetto della Sacra una volta domate le fiamme
Cronaca
Il rogo del 24 gennaio

Fiamme alla Sacra di San Michele: sopralluogo dei carabinieri. Danni ingenti, ma beni storici salvi

La valutazione definitiva, dopo gli accertamenti dell’Arma e dei vigili del fuoco, verrà effettuata dalla Soprintendenza

Sopralluogo dei carabinieri del comando provinciale di Torino e del Nucleo tutela patrimonio culturale alla Sacra di San Michele dopo l’incendio del 24 gennaio scorso che ha danneggiato seriamente il tetto del monastero in cui vivono tre padri rosminiani (evacuati per ragioni di sicurezza).

BENI STORICI E ARTISTICI SALVI
L’operazione ha avuto il supporto di un elicottero del 1/o elinucleo di Volpiano. I danni appaiono ingenti, anche se la valutazione definitiva – dopo gli accertamenti dell’Arma e dei vigili del fuoco – verrà effettuata dalla Soprintendenza. In ogni caso,  nessun bene storico o artistico è andato distrutto.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo