Il festival è stato presentato ieri mattina a Settimo
News
SETTIMO TORINESE

Il festival dell’Innovazione non si ferma: ottava edizione dedicata alla mente

La manifestazione si terrà anche quest’anno nonostante il coronavirus

Sarà la mente la protagonista dell’ottava edizione (10-17 ottobre) di StranaMente, il Festival dell’Innovazione e della Scienza di Settimo Torinese e dei tanti comuni dell’area metropolitana che ormai da diversi anni sono coinvolti nel programma.

Quella del 2020 sarà naturalmente un’edizione particolare, nel rispetto delle regole e norme relative all’emergenza Covid-19. La prima novità è la nascita di 7Web.tv, un canale web dedicato alle dirette multi-streaming degli eventi. Quasi tutti gli eventi si terranno comunque in presenza nella Biblioteca Archimede, vero cuore della rassegna, con numero di posti ridotti e prenotazione obbligatoria e nei tanti comuni della città metropolitana che anche quest’anno hanno voluto partecipare alla kermesse: Castiglione, Chieri, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Rivoli, San Mauro.

Tra gli ospiti più attesi del Festival 2020: il grande enigmista Stefano Bartezzaghi, l’ex allenatore della nazionale italiana di pallavolo Mauro Berruto, con cui indagheremo la mente dei campioni, lo chef stellato Federico Zanasi, che si confronterà con ricercatori del Politecnico attualmente al lavoro su un’intelligenza artificiale in grado di predire il gusto, la scrittrice Enrica Tesio, che con i ricercatori del NICO-Università di Torino parlerà di tutte le sfaccettature dell’amore.

«Siamo all’ottava edizione – spiega la sindaca Elena Piastra -. Si tratta di un evento pensato per la città ma è sempre stato anche un contenitore di rilievo nazionale. E così è stato, in un crescendo, ogni anno con un tema diverso. Abbiamo dato alle imprese la possibilità di occuparsi di innovazione e alle città quella di raccontare cosa vuol dire l’innovazione per un territorio. Il festival riesce a raccontare la straordinarietà di alcune città italiane che, grazie all’innovazione delle imprese, riescono a trasformarsi costantemente».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo