In 60 al ristorante per la prima comunione: arrivano i carabinieri (foto di repertorio)
Cronaca
E’ accaduto a Nichelino

Festa ai tempi del Covid: in 60 al ristorante per la prima comunione. Arrivano i carabinieri

Molti erano sprovvisti di mascherina: sono stati tutti multati, insieme al proprietario del locale, per violazione delle norme anti Covid

Stavano festeggiando una prima Comunione facendo festa al ristorante. E’ quanto i carabinieri della tenenza di Nichelino hanno scoperto, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal comando provinciale dell’Arma per verificare il rispetto della normativa anti Covid.

BECCATI IN 6O A FARE FESTA
Il blitz dell’Arma è scattato nella giornata di ieri, domenica 25 aprile, nelle prime ore del pomeriggio, in un locale di Nichelino dove è stata riscontrata la presenza di circa 60 persone intente a consumare il pranzo. La maggior parte dei presenti, molti dei quali sprovvisti di mascherine protettive, sulla base delle prime verifiche, faceva parte di un unico gruppo intento a festeggiare una “comunione”.

MULTATI PROPRIETARIO E AVVENTORI
Al termine degli accertamenti ed una volta identificati tutti i presenti, i carabinieri hanno avviato le procedure amministrative per sanzionare il proprietario del locale e gli avventori per il mancato rispetto delle norme volte a contenere la diffusione del virus.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo