musei
Cultura
I NUMERI. Sold-out i luoghi della cultura in città e a Venaria

Ferragosto, i torinesi non vanno più in ferie: lunghe code ai musei

All’Egizio 12mila ingressi, 20mila al Museo dell’Automobile. Però calano i vacanzieri partiti per il ponte rispetto al 2019

Un Ferragosto da record per i musei e le gallerie della città, ma meno torinesi partiti per le vacanze. Sono le due facce della medaglia di questo ponte, che ha fatto registrare un vero e proprio boom di visite nei luoghi della cultura tra Torino e Venaria ma, di riflesso, ci restituisce il dato di un buon numero di concittadini che sono rimasti a casa. Tantissimi, quest’anno, hanno deciso di trascorrere il ponte a Torino, rinunciando al classico esodo “mordi e fuggi” per il mare o la montagna, anche a causa della crisi, tra caro-bollette e aumenti generali dei prezzi. A Ferragosto sono stati 349mila i torinesi partiti per le ferie, mentre nel 2019 erano stati 366mila. I numeri dell’esodo 2022 sono pressoché identici a quelli del 2021 quando per il ponte di Ferragosto erano partiti in 351mila, e al 2020 quando le partenze per le ferie erano state 347mila.

Da record, invece, i dati della cultura. Dall’Egizio al Museo del Cinema, dalla Reggia di Venaria a Palazzo Madama, torinesi e turisti hanno fatto lunghe file per visitare le mostre e i capolavori. Più che raddoppiati gli ingressi al Museo Egizio rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso. Da sabato 13 a lunedì 15 agosto il Museo ha registrato 12.051 ingressi, mentre nel 2021 nei tre giorni a cavallo di Ferragosto si erano registrati 4.950 visitatori. Il giorno di maggiore afflusso è stato sabato, con 4.491 visitatori. «Dati che superano le più rosee aspettative e ci riportano alle affluenze degli anni pre-pandemia. A Ferragosto 2019, il Museo aveva registrato 10.925 visite. Il lavoro condotto negli anni difficili della pandemia per attrarre nuovi pubblici e divulgare l’archeologia e l’Antico Egitto al di là dei confini nazionali inizia a dare i suoi frutti», hanno commentato la presidente del Museo Egizio, Evelina Christillin, e il direttore, Christian Greco.

Boom di stranieri al Museo del Cinema. Nel weekend di Ferragosto oltre 10mila persone hanno varcato la soglia della Mole Antonelliana: le vendite online erano esaurite da giorni e i pochissimi biglietti rimasti si potevano acquistare in biglietteria, ma solo dopo una lunga coda. «La città è piena di turisti – sottolinea Enzo Ghigo, presidente del Museo del Cinema -, è un piacere vederla di nuovo così. Luglio e agosto hanno dato e confermato forti segni di ripresa». Grande successo di pubblico anche a Venaria. La Reggia, con i giardini, le mostre e il Castello della Mandria hanno registrato 6.705 visitatori da sabato 13 a lunedì 15 agosto, con un picco domenica 14, che ha visto un’affluenza di 2.720 persone. Tornando a Torino, il Museo dell’Automobile ha fatto registrare record già da luglio. Ventimila ingressi, +50% rispetto al 2021 e +26% rispetto al 2019. E 3.651 visitatori a Ferragosto, più del doppio rispetto all’anno scorso e il 20% in più rispetto a due anni fa.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo