(foto depositphotos)
Cronaca
Denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale e falsa attestazione

Fermato per una lite su un autobus, si scopre che è evaso dai domiciliari: arrestato 27enne

Il giovane, ubriaco, ha colpito più volte gli agenti di polizia del commissariato San Donato con calci e pugni

Intorno alle 20 di giovedì scorso gli agenti del commissariato San Donato sono intervenuti su un autobus della GTT dove un autista aveva segnalato poco prima una lite tra due soggetti a bordo. Giunti sul posto, gli operatori hanno invitato entrambi a scendere dal mezzo, dopodiché hanno proceduto al loro controllo.

In fase di accertamenti è emerso come la discussione fosse nata per futili motivi, dovuta anche allo stato di ubriachezza di uno dei due, un cittadino marocchino di 27 anni. Questi è apparso da subito poco collaborativo con i poliziotti, tentando inizialmente la fuga, senza successo, per poi cercare di colpire gli agenti con calci e pugni.

L’uomo, accompagnato presso gli uffici della Questura, ha nuovamente tentato di eludere i controlli fornendo delle false generalità. Ennesimo tentativo fallito. Si è così appurato come lo straniero fosse irregolare sul territorio nazionale, avesse numerosi precedenti di polizia, un avviso orale del Questore di Torino e fosse posto agli arresti domiciliari a seguito dell’arresto avvenuto lo scorso agosto.

Come era già accaduto in passato, sono scattate le manette per evasione. Inoltre, il 27enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, falsa attestazione e sanzionato per ubriachezza.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo