italia-stadium
Sport
BIGLIETTI IN VENDITA

Febbre azzurra a Torino: l’Italia del ct Mancini domenica allo Stadium

Una striscia che è durata tre anni e mezzo, 37 partite in totale, vero e proprio record di imbattibilità per la squadra del commissario tecnico Roberto Mancini. Una striscia che si è interrotta in semifinale di Nations League, a Milano, contro la Spagna. «Prima o poi dovranno perdere», aveva sentenziato Luis Enrique alla vigilia della sfida tra gli azzurri e le Furie Rosse. E così è stato. Ebbene, dopo il ko per 2-1 a Milano, gli azzurri di Roberto Mancini vogliono subito voltare pagina e risintonizzarsi. Anche perché tra poco più di un mese, poi, ci sarà la sfida che vale il Mondiale del Qatar con la Svizzera. Meglio farsi trovare pronti. E in tal senso, si vuole far trovare pronta, nonostante sia una finale per il 3° e 4° posto, la città di Torino. Pronta ad accogliere i campioni d’Europa in carica per quella che a tutti gli effetti potrebbe essere una “festa azzurra” posticipata. Dopo la sconfitta in semifinale, infatti, la Nations League per l’Italia non è finita. Domenica alle 15 all’Allianz Stadium di Torino, gli azzurri saranno impegnati nella finale per il terzo posto contro la perdente della seconda semifinale tra Belgio e Francia (in campo mentre andiamo in stampa). Per la finalina – così come per la finale – sono ancora disponibili biglietti, da acquistare sul sito uefa.com. I tagliandi andranno acquistati entro le ore 16 di domani, mentre le operazioni di assegnazione e trasferibilità sulla app Uefa andranno effettuate entro le 20.45 sempre di domani. Le categorie di prezzo disponibili al pubblico per le finali della Uefa Nations League sono: all’Allianz Stadium Categoria 3: 10 euro. Categoria 2: 20 euro e Categoria 1: 40 euro. I biglietti di accesso per gli spettatori disabili sono disponibili a 10 euro (biglietto al prezzo di categoria 3 e un biglietto di accompagnamento fornito gratuitamente). Visto l’orario (ore 15), l’occasione per le famiglie di vedere in azione i propri beniamini. Intanto il ct Mancini – tirato in ballo ieri con Vialli nella vicenda Pandora Papers/paradisi fiscali – sul ko: «Dispiace perdere così – l’analisi – ma questa gara ci dà più forza, ci fa capire che siamo davvero una grande squadra». Dispiaciuto per i fischi a Donnarumma («giocava l’Italia e l’Italia viene prima di tutto»), il ct sa che l’espulsione di Bonucci ha condizionato la sfida: «Leo doveva fare attenzione prima, quando si è fatto ammonire per proteste».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo