Fca
News
IL CASO

Fca chiede 6,3 miliardi di euro ma con la garanzia dello Stato

Il “decreto liquidità” lo consente anche se il Gruppo ha la sede legale all’estero

Fca vuole un maxiprestito da 6,3 miliardi di euro, con tanto di garanzia dello Stato. Il tutto in base al cosiddetto “decreto liquidità”, messo in campo per aiutare le piccole e medie aziende mandate in crisi dal lockdown, ma che considera anche le grandi imprese e persino i colossi, pure, come in questo caso, quelli che hanno la sede legale all’estero. E per poter accedere a questa possibilità, il Lingotto ha già deciso di non riconoscere dividendi agli azionisti.

Il maxiprestito è al momento solo una trattativa che Fca ha avviato con il gruppo bancario Intesa Sanpaolo, ma non è escluso che possano esserci altri istituti di credito interessati alla questione. Per il gruppo automobilistico la necessità è quella di provvedere alla liquidità: quella attuale è di 18,6 miliardi di euro, un “portafoglio” che, tra le chiusure imposte dal lockdown e il crollo del mercato automobilistico che per esempio nel mese di aprile si è di fatto azzerato, sempre a causa della pandemia, si sta lentamente erodendo.

Come detto, il decreto preso in considerazione dai contabili del Lingotto è lo stesso che riconosce la garanzia totale per i prestiti fino a 25mila euro per le piccole e medie imprese. In questo caso, per Fca, la garanzia statale sarebbe dell’80 per cento sulla somma finanziata, quindi poco più di 5 miliardi di euro. Una delle condizioni è che le attività finanziate siano in Italia, quindi quei 6,3 miliardi verrebbero impiegati per gli stabilimenti di Fca Italy, compreso quello di Mirafiori. L’altra condizione è che le aziende che usufruiscono della garanzia dello Stato, tramite Sace, non debbano avere dividendi nel corso del 2020. E a quanto si apprende, è certa la decisione del Gruppo di non riconoscere dividendi ai suoi azionisti. Una decisione che segue quella di rivedere i target 200, mentre prosegue il cammino per la fusione con Fca.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo