Babygang
Cronaca
CUORGNÈ Un 42enne e la moglie incinta aggrediti da sei ragazzini alla fermata del bus

«Per favore fate meno chiasso»: baby gang lo massacra di botte

L’uomo ha riportato la frattura di una mascella, del setto nasale e di un braccio

Ha chiesto a un gruppetto di ragazzini di fare meno rumore e loro lo hanno massacrato. Calci e pugni fino a quando non è caduto a terra, davanti alla moglie incinta. E solo l’intervento della donna ha convinto la baby gang a mollare la presa e a darsi alla fuga, lasciandosi alle spalle un 42enne con mascella, setto nasale e un braccio fratturati.

È successo ieri sera a Cuorgnè, nella centrale via Ivrea, proprio di fronte alla filiale della banca Intesa Sanpaolo: «Per un attimo ho pensato al peggio, quel branco poteva uccidermi».

Alessandro era alla fermata con la moglie, in attesa del bus per far rientro a Rivarolo. Vicino a loro un gruppo di 6 o 7 giovani che facevano baldoria, tanto che l’uomo ha invitato i ragazzini – apparentemente sui 16-17 anni di età – a moderare il comportamento.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo