FarmacoKiller
Cronaca
IL CASO La procura è convinta della volontarietà e contesta al paramedico il «dolo eventuale»

Farmaco letale uccide il paziente: infermiere accusato di omicidio

Ad Asti si apre il processo contro Marco Capra, unico indiziato per la morte di Giovanbattista Tuninetti

Ai primi freddi un ricovero per un comune male di stagione. Almeno così sembrava. Eppure, poco dopo essere giunto al pronto soccorso dell’ospedale di Carmagnola, Giovanbattista Tuninetti (ultra ottantenne) è inspiegabilmente deceduto.

I rilievi successivi, autopsia compresa, invece, hanno stabilito che l’uomo sarebbe stato ucciso per una dose letale di un farmaco che all’anziano non doveva essere somministrato.

Questa, almeno, è la tesi del sostituto procuratore Laura Deodato che, contro l’infermiere che somministrò la medicina, ha ipotizzato l’omicidio volontario.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo