Schermata 2017-02-24 alle 03.38.25
Cronaca
IL CASO Due pagine di Facebook dedicate a Defilippi

Fan club per Gabriele: ragazzine invaghite dell’assassino di Gloria

I curatori: «Era ed è malato ed è stato usato». I gruppi assolvono la mamma ma non l’amante

Sono 150 da una parte e 140 dall’altra i seguaci di Gabriele Defilippi che si dividono l’adesione a due pagine Facebook curate da qualcuno che crede nell’innocenza del ragazzo da- gli occhi di ghiaccio.

E a giudicare dal tenore di post e commenti, anche i seguaci la pensa- no alla stessa maniera.

Più difficile l’impresa, ma non impossibile, di individuare chi, senza farsi troppi problemi, clicca “mi piace” sulle pagine dei social network.

In maggioranza sono donne, anzi, ragazze di età compresa tra i 18 e i 25 anni. Tutte hanno seguito con costanza e un’attenzione quasi maniacale, le cronache della vicenda Rosboch e le trasmissioni televisive che hanno offerto mille letture sulla vicenda.

I curatori delle pagine vogliono restare nell’ombra, «non per timore – dice una di loro -, ma perché l’apparire potrebbe snaturare il senso delle pagine e spostare l’attenzione su di noi».

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo