(foto generica di repertorio: depositphotos)
News
EMERGENZA LAVORO

Ex Auchan di corso Romania: presidio dei lavoratori contro gli esuberi

In cento rischiano di rimanere a casa. I sindacati: “Conad ha obbligo di assumere tutti i dipendenti e non solo una parte. Pronte azioni legali”

Emergenza lavoro a Torino: i lavoratori della ex Auchan di corso Romania sono scesi in strada, questa mattina, davanti all’ipermercato, in segno di protesta contro gli annunciati 100 esuberi previsti da Conad, il consorzio che ha acquisito il gruppo francese. La manifestazione ha un valore altamente simbolico dal momento che proprio quello di corso Romania fu il primo centro commerciale aperto in Italia dalla Auchan 31 anni fa.

SLOGAN E PROTESTA
A dir poco polemici gli slogan scanditi ed i cartelli mostrati dai dimostranti: “154 salvati, 106 annegati”, “L’acquisto di Conad non dobbiamo pagarlo noi”, hanno contestato i lavoratori che temono di perdere il posto.

HANNO PROMESSO SALVATAGGIO
“Dopo un anno e mezzo dall’acquisto da parte di Conad della catena Auchan in Italia, e dopo aver promesso il ‘salvataggio’ di tutti i posti di lavoro, le lavoratrici e i lavoratori dell’ipermercato Auchan – hanno spiegato Filcams-Cgil, Uiltucs-Uil e Cub – devono fare i conti con una dura realtà: su 260 addetti ex Auchan, solo 154 verrebbero assunti da Conad – Nordovest Insieme, l’azienda che ha rilevato l’ipermercato. Per gli altri 106 lavoratori non c’è alcuna garanzia occupazionale.

ASSISTEREMO TUTTI I LAVORATORI
“Assisteremo i lavoratori, che a fine anno finiscono la cassa integrazione, anche con azioni legali. L’azienda ‘Nordovest Insieme’ ha l’obbligo di legge di assumere tutti i dipendenti, e non solo una parte. Abbiamo già dei precedenti di Cassazione”, ha spiegato Sergio Diecidue, segretario generale Uiltucs Piemonte.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo