eurovision presentatori 22
Spettacolo
NEL NOME DELLA PACE

Eurovision, si comincia: oggi iniziano i lavori e tra un mese le prove

Il 29 aprile arriveranno in città le prime delegazioni. Già pronto un piano B per i concorrenti dell’Ucraina. A giorni la partenza delle prevendite per i biglietti

Non solo l’imponente palcoscenico firmato da Francesca Montinaro, ma anche una vasta area stampa e uno spazio di oltre 3mila metri quadrati ad accogliere le delegazioni nella parte esterna del PalaOlimpico, al quale si potrà accedere attraverso un ponte. Lo spettacolo di Eurovision Song Contest che si vedrà su Raiuno il 10, 12 e 14 maggio, a Torino sta per cominciare. Sarà la Rai questa mattina, infatti, ad aprire le porte del Palazzetto di corso Sebastopoli per dare il via ufficiale ai lavori di allestimento dell’imponente scenografia e di tutti gli spazi che ospiteranno i 40 (uno in meno dopo l’esclusione della Russia) Paesi in gara. La macchina organizzativa Rai guidata dagli executive producers Claudio Fasulo e Simona Martinelli, giunti in queste ore sotto la Mole per dare il via ai lavori, sarà coadiuvata dal centro di produzione Rai di Guido Rossi, nonché dal Comune di Torino che si occuperà, in contemporanea, dell’Eurovillage all’interno del Valentino. E il tempo stringe. «Tutto deve essere pronto entro metà aprile – ha spiegato ieri Guido Rossi – quando inizieranno le prove», il 29 arriverà la prima delegazione e a seguire il resto dei partecipanti, compresi i conduttori Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika. Ovvero, circa 3.500 persone disseminate negli alberghi della città già sold out da tempo. «Proprio oggi – ha spiegato la Martinelli – terremo via web il meeting con i rappresentanti di tutte le delegazioni per spiegare loro tutto ciò che riguarda l’arrivo a Torino, la sicurezza, la sistemazione negli hotel». Parteciperà anche l’Ucraina con la sua Kalush Orchestra per la quale, essendo in questo momento al fronte, inevitabilmente la Rai sta preparando un piano B. «La band prenderà parte alla gara – ha detto ancora la Martinelli – ha inviato per tempo tutto il materiale e come ogni rappresentate preparerà oltre che un video di presentazione e un video del brano che, se ci fossero problemi, potrà essere usato durante le finali». E non solo. «Stiamo lavorando a uno spettacolo che preveda molti momenti legati alla pace e a ciò che sta accadendo in Ucraina – ha detto Fasulo – non possiamo fare altrimenti». Uno spettacolo in cui Torino avrà un grande risalto «con cartoline in esterni che si vedranno in tv – è ancora Fasulo – momenti legati all’italianità, duetti tra Mika e Pausini, stacchetti alla Cattelan, e molti ospiti, in primo, i Maneskin durante la finale del 14 maggio». Nove in tutto gli appuntamenti da non perdere per i quali entro fine marzo saranno messi in vendita i biglietti. «Anche quelli per tutte le prove – ha spiegato la Martinelli -. Potremo contenere una capienza al 60 per cento puntiamo a riempirla con una media 7mila persone alla volta». Primo grande show in tv su Raiplay e su YouTube, la festa di apertura alla Reggia di Venaria con la sfilata dei cantanti presentata da Gabriele Corsi, Carolina Di Domenico, Mario Acampa e Laura Carosino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo