Agenti della polizia penitenziaria salvano un automobilista
Cronaca
LA DENUNCIA DEL SINDACATO

Eugenio Bravo (SIULP): “Errore le messa in prova dell’agente solo per un episodio”

L’agente ha schiaffeggiato uno spacciatore durante l’arresto

Il Segretario del SIULP di Torino Eugenio Bravo ha voluto commentare attraverso la pagina facebook del sindacato che rappresenta, quanto successo ad un agente di polizia penitenziaria che recentemente ha schiaffeggiato uno spacciatore durante un arresto e per tale motivo è stato sottoposto alla messa in prova.

Bravo sottolinea come il suo collega sia un agente di polizia ormai da 35 anni, che più volte ha messo in repentaglio la sua vita per la sicurezza dei cittadini ma ha commesso, se possiamo dirlo, questo errore e tutti gli anni in cui ha onorato la divisa sembra che siano stati cancellati.

“I poliziotti non sono fatti di acciaio, non sono dei Robocop, siamo uomini in carne e ossa, gli errori si commettano ma non tolleriamo le mortificazioni. La risposta delle leggi dovrebbe tenere conto di un insieme di ragionevoli fattori”, ha spiegato Bravo.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo