La cioccolateria Gobino
News
Segnalati anche odori marcati e rilascio di sostanze che aumentano il grado di sensibilità agli allergeni

Esposto dei residenti contro Gobino «Troppo rumore dalla cioccolateria»

L’azienda è corsa subito ai ripari: «Abbiamo installato nuove barriere fonoassorbenti»

I problemi di alcune famiglie residenti in via Modena, nella zona di Aurora e del Regio Parco, sarebbero iniziati lo scorso mese di aprile. Mettendo nel mirino niente meno che l’adiacente fabbrica del cioccolato di Guido Gobino di via Cagliari. Le famiglie che si affacciano sul cortile dove sono presenti gli impianti di raffreddamento hanno presentato un esposto segnalando «un elevato livello di rumorosità giorno e notte, odori marcati e rilascio nell’ambiente circostante di sostanze che oltre a sporcare gli indumenti stesi aumentano il grado di sensibilità agli allergeni».

Una situazione di disagio sfociata, giorno dopo giorno, in una protesta inviata all’attenzione della polizia municipale. È stato, prima di tutti, l’amministratore del condominio a presentare una denuncia per inquinamento acustico nei confronti della ditta, lamentando la continua e molesta rumorosità degli impianti produttivi e di una canna fumaria.

L’azienda Gobino è venuta a conoscenza delle lamentele di alcuni condomini lo scorso aprile, in seguito ad ufficiale comunicazione della polizia municipale Servizio di Sicurezza Urbana. «Ci siamo, quindi, subito attivati, installando ulteriori barriere antirumore (oltre a quelle già presenti) e controllando l’efficienza degli impianti, a confermare lo spirito di collaborazione e di buon vicinato, sempre dimostrato negli oltre 50 anni di storia aziendale».

La realtà artigianale, che dà lavoro a più di trenta famiglie, è presente nella sede del quartiere Aurora, dal 1964 e dal 1985. «Il signor Guido Gobino – replicano dalla ditta – la dirige personalmente. Gli impianti di produzione, oggetto delle lamentele, sono stati installati entro il 2011 e rispettano pienamente le normative di legge. Tali impianti seguono un ciclo di lavorazione che comincia circa alle 6.30 del mattino e termina alle 19.30, esclusi i giorni festivi. La loro manutenzione viene svolta a cadenza mensile da un’azienda specializzata».

Dopo aver verificato l’adempimento agli interventi richiesti, la municipale ha interpellato l’Arpa Pimonte per la gestione della pratica. L’azienda ha manifestato più volte la propria disponibilità ad effettuare ulteriori rilevazioni fonometriche, oltre a quelle ufficiali delle quali è ancora in attesa, con l’ausilio dell’ufficio tecnico preposto dell’Unione industriale di Torino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo