A CIRIÉ E A NICHELINO

Esplosione di violenze in casa. Calci e pugni a padre e moglie

Due casi di particolare brutalità all’interno delle famiglie

Aggredisce la moglie: arrestato dalla polizia (foto di repertorio)

Donne e uomini picchiati. Senza logica. Per i soliti futili motivi. A Cirié come a Nichelino, nell’arco di pochi giorni, i carabinieri sono dovuti intervenire per ben due volte, arrestando due uomini violenti, che hanno picchiato, rispettivamente, la propria compagna e il padre. A un mese dal 25 novembre, “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, continuano ad aumentare i casi di uomini che fanno del male, fisicamente e psicologicamente, a mogli, fidanzate o compagne. Qualche giorno fa, i carabinieri della tenenza di Cirié hanno arrestato un 35enne ciriacese che ha colpito con violenza la sua compagna, di qualche anno più giovane, con calci e pugni al culmine di un lungo diverbio. La donna, nonostante il dolore per i colpi ricevuti, è riuscita a prendere il cellulare e a comporre il numero di emergenza “112”, facendo arrivare con tempestività una pattuglia dell’Arma.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single