erba alta
News
IL REPORTAGE

Erba alta, giochi rotti e abbandono. E’ il lockdown dei cortili scolastici

Da Borgata Lesna fino a Vanchiglietta, molte aree verdi sono in preda all’incuria

Aspettando di capire quale sarà il futuro delle scuole, un grosso punto interrogativo scuote Torino. Ed è quello delle condizioni dei cortili scolastici, alle prese con erba alta, giochi rotti e una chiara situazione di abbandono. Un problema che tocca praticamente tutti i quartieri della nostra città.

Il lockdown – per materne, elementari e medie – non è mai finito. Eccezion fatta per quei cortili che ospitano eventi legati all’Estate ragazzi, dove gli sfalci sono stati eseguiti come da copione, il resto degli spazi sembra proprio abbandonato. All’istituto Aldo Palazzeschi di via Brissogne, presso Leopoldo Ottino, l’erba alta copre persino i bidoni della differenziata. Da fuori, insomma, non è proprio un bello spettacolo. «Bisogna rifare il look a questi cortili senza aspettare settembre» commenta Vincenzo Grassano, già consigliere alla Tre. Anche in Aurora non mancano i problemi. L’esterno della scuola Benedetto Croce di via Alimonda, comprensorio Ilaria Alpi, sembra uan giungla. Va meglio alla scuola dell’infanzia Perempruner di via Bersezio dove è in atto la verniciatura delle cancellate. Tutto apparentemente nella norma per le altre scuole.

Cortili trascurati ma tutto sommato praticabili per la Muratori di corso Belgio. Erba alta alla elementare Gozzi Olivetti di via Cafasse mentre alla elementare Vittorio Amedeo II di strada Mongreno sembra tutto nella norma.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo