Mandragora
Sport
QUI TORO

Emozione Mandragora: «Torno nella mia città per conquistare punti»

Il centrocampista: «Juric ci ha fatto correre»

Qualche dubbio di formazione se lo porterà fino a Napoli, magari Ivan Juric ci penserà già durante il viaggio di oggi pomeriggio verso la Campania, ma intanto avrà il sostegno di buona parte della Serie A. Tutta Italia, infatti, tiferà Toro nella sfida di domani alle 18 allo stadio Maradona di Napoli: in particolar modo quelle squadre che lottano o puntano a lottare per lo scudetto, con i partenopei che fino a oggi non hanno sbagliato un colpo. Sette vittorie su sette partite, così Luciano Spalletti punta il record di Maurizio Sarri, che nell’anno dei 91 punti arrivò a quota otto. E, soprattutto per Rolando Mandragora, sarà una sfida speciale: «Giocherò nella mia città natale, lì vivono tutti i miei parenti e saranno allo stadio per la partita – il racconto del centrocampista a Torino Channel – ma dovrò mettere da parte le emozioni: voglio fare una prova convincente, tutti noi vogliamo fare punti nelle prossime gare». E, dopo la sconfitta nel derby contro la Juventus, il Toro punta a ripartire: «Siamo consapevoli della nostra forza, i risultati potevano essere diversi – la riflessione di Mandragora al canale della società – e questo deve essere uno stimolo a fare di più sotto tutti i punti di vista». Intanto, ci saranno Andrea Belotti e Simone Zaza in più: «Siamo contenti di riaverli a disposizione, quando un giocatore è infortunato vive sempre un brutto momento: adesso sono tornati, quando ritroveranno la forma migliore potranno darci una grande mano perché sono due attaccanti forti». E come sono andate queste settimane di lavori senza il campionato? «Il mister ci ha fatto correre, ci siamo allenati bene e non vediamo l’ora di scendere in campo – il punto del centrocampista sulla marcia di avvicinamento all’appuntamento di domani – e anche il fatto che gli stadi saranno pieni al 75 per cento è una bella notizia: vuol dire che si sta tornando verso la normalità, sappiamo che ci sarà un tifo caloroso per i nostri avversari ma dovremo tapparci le orecchie e pensare solo a giocare». Intanto, è stato ridisegnato lo staff medico dopo l’addio di Paolo Minafra: attraverso un comunicato ufficiale, Daniele Mozzone è stato promosso a coordinatore e responsabile sanitario, mentre il nuovo medico sociale insieme a Corrado Bertolo sarà Marco Salvucci. Per quest’ultimo è un ritorno al Toro dopo la stagione 2015/2016.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo