IN VIGORE DAL 29 NOVEMBRE

Emergenza Covid: da domenica il Piemonte torna in zona arancione

A breve l'ordinanza del ministro Speranza. Cirio: "Passo importante, ma che dobbiamo vivere con responsabilità"

Il Piemonte resta zona rossa.

Emergenza Covid: da domenica il Piemonte cambierà “colore” passando dalla zona rossa a quella arancione, in pratica il livello di rischio intermedio. Il passaggio dovrà essere ufficializzato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, che a ore firmerà una nuova ordinanza con la quale si disporrà l’area arancione non solo per il Piemonte, ma anche per la Calabria e la Lombardia. L’ordinanza, dunque, entrerà in vigore a partire dal 29 novembre.

LA LIGURIA PASSA IN ZONA GIALLA
A questo punto le Regioni con il livello di rischio più alto, restano: Abruzzo, Campania, Toscana, Valle d’Aosta e Provincia di Bolzano. In area arancione, con Calabria, Lombardia e Piemonte (da domenica): Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Marche, Puglia, Umbria. A queste si aggiungono le regioni in area gialla (a rischio medio): Lazio, Molise, Sardegna e Provincia di Trento, cui vanno ad aggiungersi Veneto, Liguria e Sicilia.

CIRIO CONFERMA: “PIEMONTE ZONA ARANCIONE” 
“Sì, da domenica 29 il Piemonte sarà zona arancione. Me lo ha confermato il ministro Speranza. Una notizia positiva che il frutto di tanti sacrifici dei piemontesi e del grande lavoro dal nostro sistema sanitario” ha commentato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

PASSO IMPORTANTE PER ATTIVITA’ COMMERCIALI
“Questo – ha aggiunto – è un passo importante perché permetterà a molte nostre attività commerciali di riaprire già da questa domenica, ma che dobbiamo vivere con grande senso di responsabilità.

NON SPRECARE QUESTO GRANDE SFORZO
“Non possiamo sprecare questo grande sforzo, non possiamo permetterci di tornare indietro“. “La strada è quella giusta, continuiamo a percorrerla insieme con senso di responsabilità e prudenza” ha concluso il governatore piemontese.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single