Foto: Depositphotos
Sport
L’EVENTO

E’ l’ora della maratona: divieti e strade chiuse

Cinque ore e mezza di manifestazione, a partire dalle 9

Scatta l’ora della gara podistica Torino City Marathon, con le due gare odierne, quella sulla distanza regina e la Torino City Run, 10 chilometri competitiva e non. La manifestazione si svolgerà all’interno della città ma interesserà anche Moncalieri, Beinasco e Nichelino. La partenza (alle 9) e l’arrivo della gara sono in piazza Castello. La durata prevista della manifestazione è di circa 5 ore e mezza e il percorso sarà chiuso completamente dalle 8.30 fino alle 15 circa. L’area interessata dal percorso di gara sarà soggetta a modifiche viabili. Partenza da piazza Castello, poi via Po, piazza Vittorio Veneto, lungo Po Cadorna, via Napione, corso Regina, lungo Po Antonelli, ponte Sassi, piazza Pasini, corso Casale, piazza Borromini, piazza Gran Madre, ponte Vittorio Emanuele I, lungo Po Diaz, corso Cairoli, viale Virgilio, viale Mattioli, viale Crivelli, viale Turr, ciclopista lungo Po, corso Dogliotti, ponte Balbis, piazzale Muzio Scevola, corso Monterotondo, piazza Zara, corso Moncalieri. La gara proseguirà fuori dal territorio cittadino interessando i comuni di Moncalieri e Nichelino per poi rientrare a Torino da corso Unione Sovietica. Sono previste anche chiusure totali e parzializzate dei ponti sul fiume Po. Deviazioni per i mezzi del Gtt durante tutto il percorso di gara.

Palazzo Carignano, inoltre, ha ospitato la presentazione dei top runner al via della 42,195 chilometri. A inaugurare l’in – contro Angela Farruggia, direttrice di Palazzo Carignano: «Sono felice e orgogliosa che la Torino City Marathon parta ufficialmente da questa sala». «Arrivo da una buona prestazione ai Campionati Italiani di mezza maratona a Pisa, chiusi in 1:02’48”, stabilendo il mio personale. Cercherò di migliorare il mio primato registrato a Stoccolma» Così l’azzurro Giuseppe Gerratana (Aeronautica). Nella corsa al podio dovrà vedersela col favorito, l’etiope Habtamu Asefa Wakeyo, che vanta un personal di 2:08’28” (Dubai, 2013).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo