Stroppiana
News
IL CASO

«È l’assassino di Marina di Modica»: Paolo Stroppiana è fuori dal carcere

Dopo sette anni il filatelico in semilibertà. L’unica limitazione è dormire alle Vallette

Paolo Stroppiana è libero. Almeno di lavorare, di bersi un caffè tra la gente, di accarezzare l’amato cane, di scambiare qualche parola con un amico, un parente. Può tornare a casa, preparare il pranzo, fare una passeggiata in centro. Con un’unica limitazione: deve trascorrere la notte in carcere.

Quel Lorusso e Cutugno in cui è entrato il 14 aprile del 2011, condannato senza ulteriori possibilità di appello a 14 anni per omicidio preterintenzionale. Secondo i giudici, ha ucciso lui Marina Di Modica, la logopedista scomparsa l’8 maggio 1996 e mai più ritrovata. Faceva freddo, quella sera, Marina aveva fretta. Aveva un appuntamento galante e non voleva arrivare in ritardo, con le sue scarpe nere e basse appena acquistate e le calze autoreggenti comprate in via Madama Cristina.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo