eurovision 2022 logo torino gn
Spettacolo
EUROVISION

E’ il giorno di Torino: Cattelan, Pausini, Mika per la conduzione in tv

Passaggio di consegne alle 12 a Palazzo Madama tra Rotterdam e la città della Mole. Intanto i Maneskin annullano ufficialmente tutti i prossimi concerti del tour

Dopo l’8 ottobre scorso quando Torino fu scelta come sede dell’Eurovision Song Contest 2022, la giornata di oggi è senza dubbio la più importante per la città della Mole. Alle 12 in punto (su www.raiplay.it/dirette/raiplay), infatti, nell’austera scenografia di Palazzo Madama – più sabauda di così si muore – si terrà il fatidico passaggio di consegne con Rotterdam, per mano dei rispettivi sindaci: Ahmed Aboutaleb e Stefano Lo Russo. L’evento sarà condotto dalla giovane attrice Carolina Di Domenico e dal torinese Mario Acampa al posto di Gabriele Corsi il quale ha dichiarato ieri attraverso i social di essere risultato positivo al Covid. E, dato che di conduttori si sta parlando, è sempre di queste ultime ore l’indiscrezione (divulgata da Adn Kronos) secondo la quale a presentare la fase finale dell’Eurovision in programma dal PalaAlpitour dovrebbero essere Alessandro Cattelan, Laura Pausini e, si spera, Mika. Il cantante libanese, infatti, non è ancora certo ma la Rai sta facendo di tutto per averlo sotto la Mole il 10, 12 e 14 maggio prossimi. La conferma ufficiale si avrà durante il Festival di Sanremo. Nelle prime due date, si scontreranno i 36 Paesi semifinalisti le cui sorti verranno decise proprio oggi attraverso i sorteggi di Palazzo Madama, così come si fa per le gare di Chiampions, mentre sabato 14 sarà il giorno della finalissima cui accederanno di diritto l’Italia, essendo la vincitrice dell’edizione 2021 con i Maneskin (che come già anticipato, ieri hanno annulato il tour e la data del 3 aprile a Torino), e altre quattro Big, ovvero, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito. Musica e bellezza, quella dei tanti Paesi partecipanti, uniti per la prima volta a Torino che, non a caso, ha scelto come immagine ufficiale un manifesto intitolato, appunto, “The sound of beauty”, a ricordare quanto bello sia il ritmo della musica specie se unito alle caratteristiche di ogni Nazione proveniente da Nord a Sud, da Est a Ovest per un pullulare di tratti distintivi unici. Questo si legge nel logo, il “Cymatics”, che da oggi a maggio invaderà la città attraverso cartelloni pubblicitari e richiami piazzati un po’ ovunque e che, certamente, accompagnerà il count down in televisione. Una macchina complessa quella dell’Eurovision che non si ferma mai e che sta per entrare nel vivo delle fasi decisive in vista della gara. A parte il prossimo Festival di Sanremo che il 5 febbraio decreterà il vincitore e quindi il partecipante alla finale di Torino, entro marzo arriveranno alle loro decisioni circa il nome del musicista scelto anche tutti gli altri Paesi partecipanti. Ad oggi, infatti, sono solo il Belgio con Jérémie Makiese, Montenegro con Breathe, Gerorgia con Circus Mircus, ad avere già pronto il nome del suo protagonista. In Italia la tensione è tanta è già è scattato il toto vincitore. In pole position? Ci sono i nomi di Elisa, del duo Mahmood-Blanco..

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo