Rduno juve 21-22
Sport
QUI JUVE

Dybala, oggi la firma: Allegri “ritrova” il 10. Arthur vuole partire

Il mercato parte dal rinnovo del fantasista

Come in tutte le trilogie, il primo capitolo è sempre quello decisivo. E il mercato della Juve da qui deve a tutti i costi partire, per chiudere i tormenti di Paulo Dybala e regalare un vecchio nuovo giocatore a Massimiliano Allegri.

Parole fino ad oggi ne sono state dette e ascritte persino troppe. Proprio oggi però, l’incontro decisivo tra le due controparti. Da una parte Nedved e Cherubini per il club, dall’altra Jorge Antun e Carlos Novel che rappresentano gli interessi dell’argentino. In mezzo c’è lui che nelle ultime settimane è certamente più vicino alla permanenza, anche per mancanza di reali alternative, come sta accadendo sull’altra sponda di Torino ad Andrea Belotti. Il PSG è rimasto un sogno, il Barcellona ha problemi molto peggiori da risolvere, il Real Madrid non l’ha mai preso in considerazione e la Premier League non è un’opzione. Come non lo è più l’Inter che pure su di lui aveva fatto pensieri.

Tirate tutte queste somme, c’è solo una firma da mettere e una mano da stringere anche perché le parti sono vicine. La richiesta è di 10 milioni di euro a stagione, fino al 2025 o meglio anche un anno dopo. L’offerta è per arrivare a 10 ma con i bonus, partendo da 8 che di questi tempi è già comunque un’ottima base, Quasi sicuramente sarà anche una clausola rescissoria, a tutela del giocatore ma anche del club, e da domani Paulo potrà pensare solo al campo, ora che è di nuovo ristabilito.

Tre i capitoli e il secondo si chiama Manuel Locatelli, da affrontare appena risolta la grana Dybala. Fra due giorni nuovo summit con il Sassuolo che fino ad oggi non ha arretrato di un passo dalla sua richiesta di 40 milioni mentre la Juve arriva al massimo a 30 inserendo una contropartita tecnica. Evidente che così le due strade non convergeranno mai, ma la volontà del giocatore è chiara e non è quella di scoprire come allena Dionisi in Serie A.

E la terza parte? Di solo conclude un lungo capitolo, qui servirà soltanto a dare qualità ad una mediana che però anche con lui continuerà a pescare di personalità. Ma intanto sembrano esserci pochi dubbi sul ritorno di Miralem Pjanic a Torino mentre il Barcellona non ha avuto nessun dubbio a rifiutare il ritorno di Arthur al Nou Camp nonostante il brasiliano ci abbia provato. Chiusa questa lunga parentesi, Allegri sarà finalmente libero di pensare solo al campo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo