dybala juve bn gn
Sport
IL CASO

Dybala come Platini. Ma quel “rigorino”…

Il giorno dopo non si fermano le polemiche su Inter-Juve

Il giorno dopo, se avesse ancora avuto un profilo social, Massimiliano Allegri avrebbe twittato un bel “Fiuuuuuuuu” per commentare il pari di domenica sera a San Siro tra Juventus e Inter. Grazie al punto strappato nel finale dalla squadra bianconera, infatti, la classifica là in cima resta praticamente immutata e l’allenatore toscano può tirare un bel sospiro di sollievo. In caso di sconfitta, invece, la Juventus avrebbe perso altro terreno dal gruppo di testa. Se in casa Juventus sorridono e scherzano – vedi il box a lato con Cuadrado e McKennie – non si può dire che la stessa cosa sia avvenuta in casa Inter. Da Inzaghi all’ex presidente Moratti. Tutti sono scesi in campo contro la decisione di Mariani, che dopo aver fatto correre valutando da pochi metri il contrasto Alex Sandro-Dumfries, richiamato dal Var ha invece cambiato la sua decisione, concedendo il rigore alla Juventus, poi trasformato da Paulo Dybala. «Era l’unico modo in cui potevamo prendere gol – ha commentato nel dopo partita Inzaghi -. Ho avuto un gesto di stizza che non è bello da vedere, ma credo sia normale quando all’89’ vedi fischiarti contro un rigore così». «Non so se definirlo un “rigorino”, certamente la situazione di ieri ha un po’ rovinato la partita – ha detto l’ex presidente nerazzurro Moratti a Radio Anch’Io lo Sport -. Non mi è parso che, dopo 7’, ci fosse una scoperta incredibile da sovvertire una situazione. Mi pare una decisione che ferisce un sentimento di chi va a vedere partite di questo livello». Anche il neo-designatore degli arbitri Rocchi ha commentato gli episodi. «Il gruppo arbitrale è giovane? Spero che tutto il mondo del calcio aspetti questi ragazzi – ha spiegato l’ex arbitro toscano -: commetteremo degli errori, ma credo che il calcio italiano avesse bisogno di arbitri giovani e strutturati. La Var è uno strumento fondamentale, che va usato, ma chiedo e pretendo che gli arbitri decidano in campo. Del resto ce lo chiedono anche allenatori e giocatori». «La Var – ha aggiunto – ha portato grandi benefici. Come in tutte le cose, dopo i primi due anni c’era soddisfazione, perché la Var ha portato molta più giustizia nel calcio, dal momento che i gol in fuorigioco sono quasi del tutto spariti. È un meccanismo da oliare e sono sicuro che avrà tanto sviluppo: avremo una Var diversa in futuro».

Tornando in casa Juventus, Allegri può esultare non solo per il risultato finale ma anche per aver ritrovato Dybala. Il numero 10 bianconero, trasformando il rigore a San Siro, ha raggiunto Platini a quota 104 gol nella storia della Juve. E ora prepara il sorpasso.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo