Foto di repertorio (Depositphotos)
News
IL FATTO

Due velox fissi anche in tangenziale: installati ieri, presto le prime multe

Si trovano all’altezza degli svincoli di Stupinigi e di corso Regina Margherita

Vita dura per gli automobilisti indisciplinati che amano pigiare il piede sull’acceleratore. Da ieri mattina due nuovi velox hanno fatto la loro comparsa sulla tangenziale di Torino. Sono stati collocati in mattinata dai tecnici dell’Ativa, la società che gestisce i 58 chilometri della tratta a scorrimento veloce, ed entreranno in funzione nei prossimi giorni. Il tempo per fare le dovute prove per il corretto funzionamento.

I due sistemi elettronici sono stati installati sul territorio di Nichelino, in prossimità dello svincolo di Stupingi, sulla tangenziale sud in direzione di Piacenza, e poco prima dello svincolo dell’uscita di corso Regina Margherita, sul territorio di Torino, in direzione nord Milano-Aosta. Due tratti particolarmente insidiosi e che sono spesso teatro di incidenti soprattutto in orario serale, quando la strada è sgombra e la voglia di andare veloce cresce, anche in virtù dei due lunghi rettilinei che precedono entrambi gli svincoli. L’obiettivo è infatti non solo di pinzare i trasgressori, ma soprattutto quello di dissuadere ad andare troppo veloce laddove il limite massimo di velocità è dei 130 chilometri orari.

Intanto tra gli automobilisti la voce della nuova presenza ha già suscitato un certo tam tam. In parecchi sono stati coloro che ieri mattina hanno assistito dall’abitacolo delle proprie vetture all’installazione da parte degli uomini dell’Ativa. Entrambi gli autovelox sono contenuti all’interno di box blu, come quelli che vengono normalmente utilizzati anche sulle strade statali e provinciali. Sistemata anche l’apposita segnaletica, come previsto dalla legge, a diversi metri di anticipo rispetto alla posizione del velox fisso. Ciò consentirà di avvisare in tempo i conducenti in transito della presenza della postazione e dare il modo di rallentare la velocità, così da evitare sanzioni. Gli occhi elettronici rileveranno e fotograferanno chi infrange i limiti: le multe verranno consegnate direttamente a casa degli interessati e non ci sarà bisogno di alcuna pattuglia della polizia stradale a presidio delle due postazioni. Sarà cura dell’Ativa in collaborazione con la polizia stradale, avvisare con apposita segnaletica il giorno in cui gli autovelox entreranno in regolarmente in funzione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners