cane abbandono gn
Animali
IL CASO

Due su 3 abbandonano il cane perché mantenerlo costa troppo

I responsabili Enpa: «Bollette alte e cure veterinarie ci mettono in difficoltà»

Nell’epoca del Covid e della guerra in Ucraina, anche mantenere un cane può avere un costo non indifferente. Così si scopre che una famiglia su tre abbandona il proprio amico a quattro zampe perché impossibilitata a mantenerlo economicamente. Frase che si può tradurre in vari modi: dal comprare il cibo a un semplice vaccino. Senza cadere nelle cure veterinarie, che invece incidono sul 60% del totale degli abbandoni. Insomma due persone su tre oggi non possono più permettersi di sottoporre il proprio cane a un intervento di ortopedia o di neurologia. «Costano troppo e allora o ce li portano o li lasciano in giro».

E qui le storie da raccontare sarebbero tante. C’è Dakota, per esempio, una femmina di pitbull incrociata con un pastore corso. Trovata da Enpa in un’area cani, sola e abbandonata. Salvo scoprire un mal di schiena che prevede terapie. E comunque un minimo di costo. Poi c’è Stella, ha un anno ed è stata recuperata vicino a un autogrill. «Non l’hanno abbandonata prima di andare in vacanza, crediamo ci siano dietro altri motivi». Da Enpa sono circa 80 i cani che aspettano una famiglia che dia loro amore. Tra questi c’è anche Zeus, un Cocker di 8 anni trovato a Carmagnola. Perso da una signora che a seguito di un incidente si è completamente dimenticata di lui. «E abbiamo scelto di non ridarlo indietro, aspettando un nuovo padrone che non è mai arrivato». Poi c’è Ettore, dato in adozione e ritornato alla casa madre due mesi dopo «perché ingestibile». Ma lui, 2 anni appena, sembra buono. «Chi adotta, a volte, pensa di portarsi a casa un gioco». Ed Ettore ha finito per aggiungersi agli altri cani di proprietà trovati da Enpa. «Per noi mantenerli ha un costo – racconta la responsabile, Tiziana Berno -. Molto aiuto arriva dalle donazioni dei privati, dalle eredità e dall’ambulatorio veterinario». Già, da Enpa il privato può associarsi e avere qualche sconto per interventi come prolassi e vaccinazioni. «Per noi è un aiuto a mantenere tutti gli altri ospiti». Ma per interventi di ortopedia, per esempio, Enpa deve affidasi ai privati e allora il prezzo cambia. «E con bollette da 4mila euro per il gas per noi diventa dura stare dietro alle esigenze di tutti». Per informazioni o per un’adozione è possibile chiamare il canile Enpa Torino allo 011.2620397. Ulteriori informazioni scrivendo all’indirizzo di posta elettronica info@enpatorino.com.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo