cane guinzaglio
News
Un piccolo giallo

Due cani morti “folgorati” a Pianezza e Caselle: forse uccisi da una misteriosa scarica elettrica

Illesi i padroni che li portavano a spasso: isolati i pali della luce da cui si sarebbe sprigionata la dispersione di corrente

Prima a Pianezza, poi a Caselle: due episodi drammaticamente simili avvenuti nel giro di un’ora, a poco tempo, dunque, l’uno dall’altro. Due cani sono morti sotto gli occhi dei loro padroni che li stavano portando a spasso e che sono rimasti, fortunatamente, illesi. Sarebbero rimasti “folgorati” da una misteriosa scarica elettrica.

IL PRIMO EPISODIO A PIANEZZA
Il primo episodio si è verificato poco dopo le 21 in via XXV Aprile, a Pianezza, all’altezza del civico 9. Il cane è stramazzato improvvisamente al suolo e la sua padrona ha chiamato immediatamente i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco di Alpignano che hanno provveduto ad isolare un palo della luceè da lì che è partita la dispersione che ha stecchito l’animale?

“E’ CROLLATO A TERRA COME FOLGORATO”
Non è trascorsa nemmeno un’ora ed ecco squillare nuovamente il telefono della centrale dei vigili del fuoco. Un uomo, dall’altro capo del filo, lamentava l’improvvisa morte del suo boxer. “E’ caduto a terra come folgorato” ha raccontato ai pompieri che, insieme con i carabinieri, hanno rapidamente raggiunto la piazza della stazione di Caselle, dove era stato segnalato l’episodio, per cercare di chiarire, anche in questo caso, come fosse morto l’animale e quali pericoli, eventualmente, ci fossero per le persone.

PROPRIETARIO COLPITO DALLA SCARICA?
Sembra che, in questa circostanza, anche il proprietario del “quattrozampe” nel tentativo di soccorrere il suo boxer, sia rimasto colpito, seppur lievemente, dalla scarica elettrica. Ma è mistero su come e da dove si sia sprigionata la corrente.

DISPERSIONE DI CORRENTE
I vigili del fuoco non escludono, infatti, che possa esserci stata una dispersione elettrica, una scarica sprigionatasi dai pali della luce bagnati dalla neve e dalla pioggia. Solo un’ipotesi, va detto. Perché dai primi accertamenti svolti sul luogo non sembrerebbe emersa alcuna anomalia.

UN CASO ANOMALO
Con i pompieri anche i tecnici dell’ente che gestisce l’energia si sono messi al lavoro per verificare le circostanze del caso e le condizioni di sicurezza dell’area teatro dei due episodi. Indubbiamente la doppia circostanza dei due cani morti folgorati in strada è rara per non dire anomala. Quasi un giallo, per dirla tutta. E occorrerà procedere con le più accurate verifiche per capire cosa effettivamente sia accaduto.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo