Polizia (foto depositphotos)
Cronaca
Le operazioni della polizia

Droga nascosta in una Bibbia e occultata in una chiesa: un arresto e una denuncia a Torino

Due episodi sconcertanti la scorsa settimana tra Barriera Milano e San Secondo

Un arresto e una denuncia per detenzione ai fini di spaccio a Torino da parte del personale dalla Polizia di Stato la scorsa settimana. Gli agenti del commissariato Barriera Milano, dopo aver assistito a una compravendita di sostanza stupefacente in via Baltea, hanno sottoposto a controllo il pusher, un cittadino nigeriano di 30 anni.

Perquisito il domicilio dell’uomo, i poliziotti hanno rinvenuto due sacchetti di nylon contenenti cocaina per circa 37 grammi; uno posizionato nell’armadio tra i vestiti, l’altro su di una mensola nella cucina, occultato tra le spezie. Il provento dell’attività illecita, oltre mille euro in contanti, era nascosto all’interno di una sacra Bibbia in lingua inglese. Il 30enne è stato arrestato.

Il giorno dopo, gli agenti del commissariato San Secondo hanno inseguito un ciclista che, avendo notato l’autovettura della Polizia, si è dato alla fuga su corso Vittorio Emanuele II. All’altezza della chiesa evangelica Valdese l’uomo, un 29enne di origine marocchina, si è disfatto di due involucri, tra hashish e marijuana, del peso di circa 15 grammi.

Preclusa ogni via di fuga, il pusher, con precedenti specifici e obbligo di presentazione alla firma, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio, violazione alle normative anti Covid19 e resistenza a P.U. per aver tentato di aggredire un operatore

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo