Comital ritira i licenziamenti
News
A riferirlo una nota ufficiale dell’Amma

DRAMMA LAVORO NEL TORINESE. La Comital licenzia 138 dipendenti

L’azienda di Volpiano ha dato il benservito. “La crisi ci ha messi in ginocchio”

E’ dramma lavoro nel torinese. Oggi la Comital, azienda di laminati di alluminio per l’industria farmaceutica e alimentare, di Volpiano ha avviato le procedure di licenziamento per 138 dipendenti.

A annunciarlo ufficialmente ai sindacati è stata l’Amma con una lunga nota.

“L’azienda versa ormai da tempo in una difficile situazione sotto il profilo economico, patrimoniale e finanziario e che negli esercizi 2015 e 2016 ha chiuso il bilancio con rilevanti perdite di esercizio. A fronte di tali perdite la proprietà ha più volte rifinanziato la società per far fronte alla difficile situazione economico/finanziaria, nella prospettiva di avviare un piano industriale di rilancio delle attività. Nonostante gli sforzi profusi per ricercare una soluzione per il rilancio aziendale, costituiti da investimenti economici per acquisto di macchinari supplementari e assunzione di nuove risorse professionali, i dati intermedi dell’esercizio in corso, relativi ai primi sei mesi dell’anno, denotano un aggravamento della perdita, con nessuna previsione di inversione di tendenza per quanto attiene al futuro. La Comital ha quindi deciso di procedere ai licenziamenti non ritenendo che sussistano i presupposti per il ricorso alla cassa integrazione straordinaria, ne’ per riorganizzazione ne’ per crisi”. Non è percorribile, secondo l’azienda, neppure la strada dei contratti di solidarietà “in quanto la parziale riduzione dell’attività, presupposto indispensabile per l’utilizzo di detto strumento, non migliorerebbe la situazione, ma anzi rischierebbe di aggravarla ulteriormente”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo