camion ribalta nichelino 9
Cronaca
IL FATTO

Dramma in tangenziale: muore carbonizzato in un camion ribaltato

L’incidente ieri sera all’altezza di Stupinigi

È morto carbonizzato nella cabina del Tir che stava guidando. Una fine terribile, quella di un camionista che ieri sera ha perso la vita in un drammatico incidente stradale in tangenziale. Mancavano pochi minuti alle 21, quando il camionista ha perso il controllo del proprio furgone frigo, carico di frutta e verdura. Il mezzo pesante viaggiava in direzione Milano quando, all’altezza dell’uscita per Stupinigi, ha improvvisamente cominciato a sbandare.

Secondo una prima sommaria ricostruzione dei fatti – le indagini sono affidate alla polizia stradale – il camion è finito nella corsia di sorpasso, ribaltandosi praticamente sopra lo spartitraffico centrale e prendendo fuoco. Sul posto sono accorsi, oltre alla stradale, vigili del fuoco e ambulanze ma per lo sfortunato camionista non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo carbonizzato è stato estratto dalle lamiere contorte solo più di un’ora dopo l’incidente: impossibile per ora stabilire se sia morto ribaltandosi o se fosse ancora vivo quando è scoppiato l’incendio.

Non si può neanche escludere l’ipotesi che, ancora prima, l’autotrasportatore sia stato colto da un malore in conseguenza del quale ha perso il controllo del Tir. Al momento di andare in stampa, le operazioni di riconoscimento dell’uomo erano ancora in corso. I suoi documenti sono ovviamente andati distrutti nel rogo ma, dai primi accertamenti, pare che alla guida del camion ci dovesse essere un romeno 48enne, impiegato per una ditta italiana. Pesanti gli effetti sul traffico. La tangenziale è stata chiusa per ore in entrambe le direzioni, con conseguenti lunghe code nonostante l’ora tarda.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo