Il coltello da cucina utilizzato dal giovane per ferire la madre
News
Il giovane, 21 anni, è stato arrestato per tentato omicidio

DRAMMA FAMILIARE. Prende a calci la madre e l’accoltella durante un litigio: “Mi ha preso in giro”

La donna, in gravissime condizioni all’ospedale di Cirié, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per chiudere un’emorragia al fegato

Dramma familiare ieri pomeriggio in località Case Nepote, nel Comune di Rocca Canavese (Torino). Una donna, D.B., 54enne, tecnico informatico, nel corso di un litigio, è stata accoltellata dal figlio, Manuele Di Tommaso, 21 anni. Secondo quanto accertato dai carabinieri di Venaria, chiamati a fare luce sull’accaduto, la malcapitata è stata prima colpita con due calci allo stomaco, poi raggiunta da due fendenti all’addome.

E’ IN CONDIZIONI GRAVISSIME
Soccorsa, è stata ricoverata nel reparto rianimazione dell’ospedale di Ciriè dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico durato circa tre ore per chiudere una emorragia al fegato. Le sue condizioni sono ritenute gravissime dai medici che l’hanno presa in cura. E la prognosi rimane riservata.

FERMATO PER TENTATO OMICIDIO
Il ragazzo – che ha ferito la madre utilizzando un coltello da cucina – è stato tratto in arresto dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. A quanto pare soffriva di depressione in seguito alla separazione dei genitori. E’ stata la stessa donna a dare l’allarme. Nonostante le ferite, D.B. è riuscita infatti a rifugiarsi da una vicina di casa. Da qui poi è partita la telefonata ai militari della stazione di Rivara intervenuti poi sul posto.

“MI HA PRESO IN GIRO”
Mi ha preso in giro. E non ci ho più visto”, ha raccontato alle forze dell’ordine il giovane, che al telefono avrebbe anche minacciato il padre: “se vieni qui fai la stessa fine.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo